Quale essenza legnosa scegliere per il proprio parquet

05 Febbraio 2018 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto principale per articolo essenza legnosa foto principale per articolo essenza legnosa foto principale per articolo essenza legnosa

Le tipologie di pavimentazioni esistenti sul mercato sono davvero tante, dai pavimenti in resina alle piastrelle in gres porcellanato , dalle pavimentazioni in ceramica al parquet… ma quando si opta per un pavimento in vero legno quale essenza scegliere per il proprio parquet? Qual è la tipologia di legno per parquet sulla quale dovrebbero ricadere le proprie preferenze?


A prescindere dal fatto che i pavimenti in parquet sono una scelta di interior design molto frequente, dato che si tratta di un elemento di arredo che contribuisce a caratterizzare fortemente un’atmosfera in senso caldo e accogliente, oltreché un materiale isolante termicamente e acusticamente, adattabile a qualsiasi stile di arredo (sia classico che moderno), resta che la risposta alla domanda di cui sopra dipende principalmente dai gusti personali.


Così, scegliere come essenza legnosa per il proprio parquet il rovere piuttosto che l’acero, il faggio o il frassino, il larice oppure il noce, o propendere per l’iroko, la quercia, il teak, l’abete, l’acacia, il ciliegio o il wengè, è essenzialmente una questione di propensione soggettiva. Ma questo non equivale a dire che un legno per parquet equivalga all’altro, dal momento che ognuno di quelli citati ha caratteristiche specifiche e peculiari.


Parquet in Noce

Rovere
Il parquet di legno in rovere si caratterizza per un colore molto chiaro , tendente col tempo al giallo paglierino, che si presta bene a lavorazioni come la spazzolatura e la piallatura che ne esaltano le venature; durevole e stabile, trattandosi di un legno molto duro e piuttosto resistente, sopporta bene i graffi ed è pure facile da pulire per via dei pori molto chiusi che non assorbono lo sporco.


Faggio
Il colore è biancastro tendente al grigio; la durezza è consistente, così come la resistenza; la trama delle fibre è dritta e regolate. Tuttavia si tratta di un legno per parquet che soffre gli agenti atmosferici (anche se la vaporizzazione, che lo rende più duraturo e meno soggetto all'ossidazione, è una discreta soluzione in tal senso) e che, per via della sua nervosità, non si sposa con il riscaldamento a pavimento e con ambienti soggetti a umidità come i bagni.


Frassino
Il frassino invece non viene adoperato come essenza legnosa per parquet, preferendosi invece per la realizzazione di mobili in legno, scale e serramenti.
Si caratterizza per una fibratura regolare e dritta, un colore chiaro (talvolta anche delle sfumature di verde), grande durezza e resistenza agli agenti atmosferici, ma elevata vulnerabilità all’attacco di insetti e parassiti.


Noce
Materiale pregiato ma tra i più facili da lavorare, presenta una bellissima tessitura e tonalità brune con venature più scure; ha media durezza e una buona duratura nel tempo.


Iroko
Si tratta di una tipologia di legno da parquet dal colorito scuro (che tende però a scolorire col tempo), di notevole resistenza e durezza (che lo fanno durare a lungo), con una struttura malleabile che ne facilita la lavorazione. Ma le sue caratteristiche più apprezzate sono la stabilità rispetto alle escursioni termiche, e la resistenza ad acqua e umidità.


Quercia
Grande robustezza, durezza e longevità, rendono questo legno adattabile a numerose tipologie di parquet, anche in virtù delle numerose varianti che ne esistono, come la quercia contorta (a sua volta suddivisa in diverse sfumature come anticata, sabbiata, decapata bianca, etc.) e la quercia spaccata (anch’essa disponibile in antica oliata, evaporata, vinaccia, etc.).


Teak
Si tratta di una delle essenze in legno più pregiate per la realizzazione di parquet, data la sua resistenza, la tessitura fine, la fibratura dritta e le venature evidenti, ma soprattutto in virtù della sua resistenza all’attacco degli insetti e all’acqua. Purtroppo ha prezzi di vendita molto elevati.


Tra gli altri legni adoperati per costruire parquet:
  • l’abete è leggero, di colore chiaro, morbido (e per questo non molto duraturo), stabile e duttile, e presenta il pregio di poter essere montato anche su impianti di riscaldamento a pavimento
  • il ciliegio è un’essenza semidura, a fibra molto compatta ma comunque facile da lavorare, resistente alla compressione, longevo, dalla tipica colorazione rossastra
  • il wengè è duttile, resistente e duraturo nel tempo, ma anche costoso e difficile da pulire, e si caratterizza per colorazioni molto scure


Parquet in Legno

Speriamo di avervi aiutato nella scelta del tipo di legno per il vostro parquet… tuttavia, se ancora non vi sentite sicuri provate anche a consultare dei parquettisti professionisti: saranno fondamentali non solo per darvi ulteriori delucidazioni, ma anche perché potrete pure scegliere il parquet più bello e performante al mondo ma se non vi assicurerete una posa impeccabile rischierete di vedere persi i vostri soli nel tempo.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto