Prezzo del punto luce: quantità ed entità della spesa in un preventivo

18 Marzo 2016 - Redazione

Vota

Voto 4 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto articolo prezzi punti luce foto articolo prezzi punti luce foto articolo prezzi punti luce Cos’è un punto luce

Con questa dicitura si intende quel punto in cui esiste erogazione di energia (interruttore, presa, lampadina), anche se, a voler essere puntigliosi, andrebbero definiti, e distinti, punti presa, punti presa di servizio, punti luce, punti di comando, punti luce interrotti, punti luce deviati, etc. etc.

Come si calcolano i punti luce in una stanza?
Si procede per sommatoria, per cui, se in una camera sono presenti tre prese elettriche, due interruttori e un lampadario, il totale sarà di sei punti luce. 
La disposizione dei punti luce in casa non è un aspetto da sottovalutare perché da essa dipende la corretta illuminazione della stanza. Sono da prendere in esame: il colore delle pareti  (tonalità neutre come bianco, avorio beige e i colori pastello riflettono la luce, mentre dipingere casa con colori di tendenza come il rosso, il viola, il blu e il grigio scuro potrebbe inficiare l’illuminazione, visto che questi colori per interni trattengono la luce); il tipo di prodotti che si intende installare (i lampadari consentono di dare luce alla parte centrale della stanza, ma sono consigliabili in caso di soffitti alti, altrimenti è opportuno sostituirli con una plafoniera o delle appliques laterali-link all’articolo impianto elettrico a vista, o dei faretti da rivolgere verso l’alto nel caso in cui si disponga di un tetto a falda o con travi di legno a vista oppure un classico soffitto a cassettoni); il tipo di illuminazione che si desidera ottenere (una luce soffusa per il divano o una diretta per la cucina).

Qual è il prezzo del punto luce?
Il costo va inserito nel complesso delle spese per l’impianto elettrico dell’appartamento  (che a sua volta dipende dal numero di circuiti previsti-almeno due, uno per le prese a 10 ampere e per l’illuminazione, e uno a 16 ampere per gli elettrodomestici-, dalla quantità di punti luce, interruttori, prese, e dalla grandezza degli ambienti).  
Diciamo che un preventivo abbastanza verosimile prevede per un appartamento di 90 metri quadri, l’installazione di 50-60 punti luce. Ora, considerando un prezzo del punto luce che oscilla tra i 45 e i 50 euro (cui va poi aggiunto il costo del quadro elettrico), il costo totale di aggira sui 3000-3500 euro (comprensivi anche delle tracce da realizzare nelle pareti per il passaggio dei cavi).

Al prezzo del punto luce va ovviamente anche aggiunto l’ammontare del prodotto che si desidera installare, e in questo caso la stima è davvero impossibile da quantificare, perché si può andare da qualche decina di euro per le luci a parete reperibili nei negozi di bricolage, come Leroy Merlin, alle lampade Tiffany (in stile Art Nouveau, con paralume in vetro generalmente molto colorato, che nella versione “Lotus” con struttura in bronzo e vetro a mosaico è stata venduta nel 1997 per 2,8 milioni di dollari) ai prodotti dell’azienda francese Baccarat, come Zenith con 48 luci, progettata da Philippe Stark, e acquistabile all’incredibile cifra di 135.000 dollari! 

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto