COLORI PASTELLO PER LE PARETI: quando usarli e come valorizzarli

17 Febbraio 2016 - Redazione

Vota

Voto 5 su 2 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto articolo colori pastello per pareti foto articolo colori pastello per pareti foto articolo colori pastello per pareti Oggigiorno gli spazi abitativi sono sempre più ristretti, e tipologie “nuove” come le mansarde prendono sempre più piede (forse anche per i costi più ridotti), per cui diverse caratteristiche architettoniche (nicchie, travi, soffitti ribassati) diventano più frequenti. Per tutte queste motivazioni una soluzione è rappresentata dai colori pastello per le pareti, che da un lato consentono di illuminare spazi come quelli di cui prima che magari soffrono di scarsa luminosità, e dall’altra di mettere in risalto arredi dai toni scuri. 

Senza dimenticare che i colori pastello sono più facilmente gestibili e abbinabili, visto che riescono a far risaltare diversi materiali (resina, marmo, pietre, parquet), e i più disparati stili (dal contemporaneo allo shabby chic, dal classico al moderno).

Con i colori pastello per le pareti, è possibile limitarsi a ridipingere un unico muro, oppure l’intera stanza (comprendendo addirittura anche il soffitto, in modo da creare una scatola da vivacizzare poi con toni più accesi negli arredi), se non addirittura l’intera casa. 

Eppure, al contrario di quello che si potrebbe credere, le tinte pastello non si adattano solo alla zona notte, per via del senso di rilassatezza e pacatezza che trasmettono, ma anche alla cucina e al bagno, soprattutto laddove l’acciaio, il laminato o il legno, vengono abbinati a piastrelle, carte da parati o vernici i cui toni spaziano dall’azzurro polvere al pervinca, dal giallo paglierino al rosa cipria.
Proprio a proposito del legno, uno degli abbinamenti più consolidato è quello tra colori pastello e stile rustico; fermo restando che questi colori si abbinano bene anche a stili contemporanei (tranne nel caso in cui vengono adoperate tecniche come lo spatolato o lo spugnato).

Ma chi dice che i colori pastello si limitino solo agli interni e non anche agli esterni?  
A parte il solito bianco, e possibile scegliere anche delle tinte pastello per le pareti esterne, impreziosendole con mattoncini e pietre. Oppure sbizzarrirsi con murales, fregi geometrici o floreali, scritte o disegni, sempre declinati in tonalità pastello.
(In merito agli esterni l’azienda H2art Ego ha brevettato una tecnica che permette di decorare superfici murali senza spessore, trasferendo i pigmenti di colore direttamente sul muro, oltre che una linea di affreschi personalizzabili su rete pronti da incollare sulla parete).

Sempre rispetto agli esterni, il Colorificio Centro propone Graffiato, un rivestimento murale continuo a grana fine, realizzato con particolari resine acriliche che consentono al prodotto di resistere a pioggia e gelo, sole e raggi UV, e di essere lavabile anche con detergenti. Questa particolare pittura per esterni viene utilizzata dopo una mano di fissativo che uniforma l'assorbimento, ed è disponibile in bianco o, appunto, nei colori pastello.

Dipingere i muri esterni con colori pastello è possibile anche con la Superlavabile K81 universale del Colorificio Postumia, igienica, vellutata e morbida al tatto, inodore, elastica e resistente a macchie, sporco e polvere. 

Prodotti, quelli citati, che sicuramente anche gli esperti di Quotalo conosceranno e adopereranno, qualora decideste di contattarli tramite la piattaforma a disposizione…


Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto