Colori per pareti: cosa indicano e cosa bisognerebbe fare per sceglierli adeguatamente

13 Febbraio 2016 - Redazione

Vota

Voto 4 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Foto articolo colori per pareti Foto articolo colori per pareti Foto articolo colori per pareti

Vi siete fatti realizzare un preventivo imbianchino perché avete voglia di rinnovare la vostra casa puntando sui colori per pareti, ma adesso siete indecisi. Inizialmente vi era parsa una buona idea tinteggiare la camera da letto in una tonalità vibrante e accesa, tuttavia state pure riflettendo sul fatto che dovrete dormirci, e forse sarebbe il caso di optare per colori come il blu, che rimandano invece alla passività e alla quiete (indicati soprattutto se soffrite di insonnia o difficoltà d’addormentamento). 
Nel preventivo avevate lasciato in sospeso la scelta dei colori per pareti di cucina, pensando di tinteggiarle di bianco. In realtà esistono soluzioni più interessanti (e forse anche più pratiche, visto che nell’ambiente in questione è molto facile che la pittura si sporchi e si scurisca): potreste magari lasciarvi influenzare dalla destinazione d’uso della stanza, e optare per il marrone o il verde, visto che il primo si connette alla madre terra (da cui derivano molti alimenti) e il secondo alle foglie/alle radici (e quindi ai vegetali di cui in buona parte ci nutriamo). Anche perché, e forse non molti lo sanno, il bianco è il colore prediletto di quanti hanno voglia di libertà e scioltezza, per cui addirittura potrebbe simboleggiare un inespresso rifiuto delle responsabilità!

Per le altre stanze della casa la scelta dei colori per pareti è molto vasta, ma anche in questo caso legata alla funzionalità dello spazio, oppure alla dimensione psicologica che vi attribuiscono quanti vi dimorano: il giallo, che rappresenta l'ambizione e la curiosità verso il nuovo, potrebbe essere applicato nello studio; il viola tendente al lilla è il colore dell'equilibrio, ed è dunque indicato per angoli di lettura e meditazione; l’azzurro (e in generale i colori pastello), oppure il tortora (con varie declinazioni verso nuance terrose) sono indicate per il bagno, perché accrescono il senso di intimità e rilassatezza. 

D’altronde, che la scelta dei colori sia determinata anche da tendenze caratteriali e di personalità, e che su queste a loro volta agiscano influenzandole (e ciò è evidente non solo per come pitturare casa, ma anche per come vestirsi o truccarsi) è chiaro già da tempo anche ad Oikos.

Non solo dal gusto personale e dalle influenze psicologiche è dettata la scelta dei colori per pareti, ma anche dagli abbinamenti: a cominciare da quelli con pavimenti e mobili, a finire all’accostamento con pareti di tonalità differenti. In quest’ultimo caso, oltre a tenere presenti le variabili già indicate, bisognerà tenere conto anche dell’esposizione alla luce dell’ambiente e della funzione attribuita ad una tonalità: i colori neutri conferiscono un accresciuto senso di spazio; i colori passivi sono quelli che, non prevalendo sulla tonalità dell’arredo, lo mettono in risalto; i colori attivi quelli che permettono alla parete di risaltare.

Tenendo presente tutto questo, vi sembra effettivamente necessario far rivedere il preventivo che avevate già richiesto. E tuttavia temete che questo possa costarvi sia in termini economici che di tempo (perché si sa che i professionisti sono soliti farsi attendere!): e allora provate a fare un giro nella nostra Homepage www.quotalo.it

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto