IMBIANCATURE PARTICOLARI: i segreti dello shiplap

24 Febbraio 2016 - Redazione

Vota

Voto 4 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Foto articolo imbiancature particolari shiplap Foto articolo imbiancature particolari shiplap Foto articolo imbiancature particolari shiplap Imbiancature particolari ed effetti originali sulle vostre pareti? Provate a sbizzarrirvi con lo shiplap, che consiste nell’applicare un certo tipo di tavola di legno (che comunemente viene utilizzata nella costruzione di fienili, capannoni, annessi etc.) ai muri di casa. Si tratta di assi di legno, o ruvido o lavorato, i cui profili si sovrappongono parzialmente, in modo da creare un canale che genera effetti d'ombra, contribuendo a conferire tridimensionalità alle pareti.


Tra le imbiancature particolari li shiplap è scelto non solo per il suo valore estetico, ma anche perché offre un’eccellente protezione dagli agenti atmosferici (è capace di sopportare climi freddi e aggressivi) e non necessita di manutenzione. 
La versione ruvida di solito viene fissata verticalmente e applicata con chiodi comuni, mentre le versioni fresate, fornendo una tenuta migliore, sono più comunemente disposte in orizzontale.

Dunque, lo Shiplap viene usato negli spazi domestici tra le imbiancature particolari per l'aspetto ruvido o rustico che si crea quando viene utilizzato come rivestimento o una copertura per una parete o soffitto.  È quindi ideale se si desiderano atmosfere da cottege di montagna, oppure, con gli opportuni colori per pareti, la sensazione di trovarsi nella cabina di uno yacth o di una barca a vela.

Tra le imbiancature non convenzionali lo shiplap è forse una delle più semplici da realizzare con il fai-da-te. 

Si comincia ridipingendo i muri (tuttavia, attraverso le singole doghe di legno non si intravedono le pareti sottostanti, per cui si potrebbe anche ovviare questo passaggio, soprattutto nel momento in cui si decida di procedere con queste tecniche di pittura d'interni su tutte le pareti; in caso contrario, si può intervenire solo sulle pareti che restano prive di rivestimento in legno; qualora si vogliano applicare le tavole solo fino ad una certa altezza –ad esempio, partendo dal battiscopa e arrivando fino a metà del muro– ridipingere la parete sarà necessario). 

Si procede acquistando del legno e tagliandolo (per risparmiare, è possibile comprare dei fogli di compensato molto sottile, ma solo nel caso in cui si tratti di spazi abbastanza piccoli, come quelli di una cameretta; in caso contrario, meglio acquistare legno un po’ più spesso, come potrebbe essere il pino). 

Si segnano i punti sulla parete in cui applicare le tavole di legno (se necessario, carteggiando leggermente eventuali imperfezioni sui bordi dei listoni) e si procede ad incollarle o inchiodarle.

L’ultimo step consiste nel dipingere il rivestimento con vernice a guscio d'uovo.

È bene tenere presente che bisogna riflettere attentamente sugli ambienti in cui andare ad applicare le imbiancature particolari: lo shiplap, ad esempio, non è consigliato per un bagno, dove l'umidità potrebbe rendere più probabile la deformazione delle tavole di legno (a meno di non procedere con legni come il teak, che per la loro resistenza e refrattarietà all’azione dell’acqua vengono impiegati anche per le costruzioni delle navi, oppure per prestigiosi parquet da esterni: tuttavia, non solo in questo caso i costi lieviterebbero a dismisura, ma sarebbe anche un vero delitto intervenire sul colore naturale di questo tipo di legno per imbiancarlo!).

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto