COSTO DELLA TINTEGGIATURA: tempo impiegato, costo del materiale e quotazioni della zona gli elementi che lo costituiscono

19 Febbraio 2016 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto articolo costo tinteggiatura foto articolo costo tinteggiatura foto articolo costo tinteggiatura Tempo impiegato, costo del materiale e quotazioni della zona per il medesimo lavoro: sono queste, grosso modo, le voci che vengono contemplate in un preventivo per stabilire il costo della tinteggiatura.


Il primo di questi elementi, quello temporale, viene definito in base alle condizioni: sia che si intervenga in ambienti esterni sia che si debbano ridipingere le pareti interne, la presenza di ostacoli (che nel primo caso potrebbe essere cespugli, cisterne, contatori; e nel secondo armadi e mobilio in genere) complica le azioni e dilata i tempi. Allo stesso modo, l’altezza dei muri (che costringe a salire e scendere da una scala) e la forma dei soffitti (a volta, a cassettoni, con perlinatura, con travi) contribuiscono a rallentare, a volte anche in maniera considerevole, il ritmo di marcia. Anche la fattezza dei muri è un fattore da tenere in considerazione perché le pareti a buccia d’arancia necessitano di maggiore pittura, e questo, ovviamente, influirà sul costo della tinteggiatura totale.

La seconda voce, il materiale, comprende scarponcini da lavoro, cartoni e teloni di plastica per la copertura del mobilio, mascherine, solventi e prodotti per le pulizie, scotch di carta e nastri adesivi, oltre a pennelli, pennellesse e rulli di varie dimensioni.

L’ultimo fattore ad incidere sul prezzo di un servizio di imbiancatura sono le quotazioni di mercato. Esistono addirittura delle piattaforme, e Quotalo è una di queste, che consentono di paragonare i prezzi applicati da diversi esperti sia nella propria area di interesse, che tra zone d’Italia differenti (essendo un servizio di respiro nazionale), per poter scegliere quelli più convenienti, tenendo a mente che talvolta un prezzo più alto può anche implicare una qualità del lavoro superiore: in buona sostanza, è meglio diffidare da offerte esageratamente basse, cosa che comunque sul portale non avviene, non consentendo esso una corsa al risparmio! Ed è bene diffidare anche di chi stila un preventivo senza un sopralluogo, perché significa che non saranno state prese in considerazioni altre variali, il cui conto vi verrà poi chiesto alla fine (giurateci!): innanzitutto i metri quadri della vostra abitazione; poi dalla locazione (abitare all’ottavo piano di un palazzo storico, dove magari c’è un vecchio ascensore a monete omologato per il trasporto di non più di 3 persone, è differente, che intervenire in una casa al piano terra facilmente raggiungibile); dal tipo di preparazione dei muri (ad esempio se è necessario staccare della vecchia carta da parati, o applicare un trattamento antimuffa, o livellare delle fessure); e ovviamente dalle tecniche di pittura per interni che si è deciso di applicare. 

Infine, quando si valuta il costo di una tinteggiatura è bene tenere in considerazione anche un altro aspetto, quello dell’esperienza. Se infatti si propende per un fai-da-te, ma si è piuttosto inesperti, si sta praticamente scegliendo di sottrarre un tempo considerevole alle proprie occupazioni, e se si è dei liberi professionisti la cosa non è da sottovalutare: in definitiva, bisogna calcolare se convenga di più, economicamente parlando, rinunciare ad una settimana (o più) della propria remunerazione (oraria o giornaliera), che non magari corrispondere il costo dell'imbiancatura ad un esperto che in tre giorni avrà concluso l’opera!

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto