I costi della certificazione energetica: cosa influisce sul prezzo e a quanto ammonta la spesa

18 Gennaio 2018 - Redazione

Vota

Voto 4 su 2 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Foto articolo costo certificazione energetica Foto articolo costo certificazione energetica Foto articolo costo certificazione energetica

Dopo aver chiarito cos’è l’APE (Attestato di Prestazione Energetica), analizziamo i tempi necessari per ottenerlo, e cerchiamo di capire a quanto ammonta il costo della certificazione energetica e a cosa bisogna imputare le differenze di prezzo richieste per ottenere la certificazione energetica, che possono pure essere notevoli.


Le tempistiche della certificazione energetica dipendono ovviamente dai tecnici certificatori, che generalmente suddividono il loro lavoro nella fase del sopralluogo e in quella del calcolo in ufficio.


Il sopralluogo vero e proprio richiede circa 2 ore, durante le quali verranno prese le misure per ridisegnare correttamente la piantina dell’appartamento, studiate le caratteristiche di muri, finestre e solai, e analizzati gli impianti termici; tuttavia in questa valutazione temporale bisogna aggiungere anche la durata delle telefonate (la prima, dedicata alla definizione del preventivo e dei costi nei casi non standard, e quelle successive necessarie a dirimere dubbi e rispondere a domande) oltre a quello dedicato alla predisposizione del materiale per il sopralluogo (schede rilievo, modello d’incarico, etc.) per un totale di altre 2 ore circa.


La fase successiva, quella del calcolo della prestazione energetica e dell'emissione della Certificazione Energetica, avviene in ufficio e richiede da 3 a 5 ore, a seconda che si tratti di una casa unifamiliare piuttosto che di un condominio, oppure di un appartamento con riscaldamento autonomo a metano, senza solare, senza fotovoltaico e con caldaia tradizionale a confronto di una costruzione recente dotata di una serie di accorgimenti a livello di approvvigionamento energetico piuttosto che un vecchio edificio soggetto nel corso del tempo a interventi di ristrutturazione e modifica.


In questa fase, con l’aiuto di un software di calcolo della prestazione energetica, si procede all’elaborazione di un’immagine in 3D della costruzione da certificare, comprendente anche le finestre e gli impianti, e all’immissione dei dati ottenuti tramite elaborazione dallo strumento elettronico all’interno del sito della Regione, nella sezione certificati energetici: caricati e verificati questi dati, si procede con la registrazione del certificato, al quale verrà abbinato un codice identificativo (utile ad esempio per effettuare compravendite o depositare i contratti di locazione).


Prezzi certificazione energetica

Ma, ad incidere sui costi della certificazione energetica, non sono solo i tempi poc’anzi indicati e analizzati, dal momento che nel computo della spesa necessaria per ottenere il certificato di prestazione energetica di un edificio bisogna ricomprendere anche:
  • i tempi necessari all’installazione e aggiornamento dei software di calcolo,
  • i tempi dedicati alla formazione (in relazione alle nuove norme, agli aggiornamenti delle leggi, agli aggiornamenti tecnici dei software di cui sopra)
  • gli intervalli dedicati all’ottimizzazione della modulistica interna
  • lassi dedicati agli aspetti commerciali, promozionali e di comunicazione.


Oltre a queste tempistiche, ad incidere sul prezzo dell'APE sono:
  • la tipologia dell’immobile: la destinazione d’uso grava sul preventivo per la certificazione energetica, dal momento che, ad esempio, il metodo di calcolo è più complicato per un negozio che non per una civile abitazione, dovendosi considerare anche elementi come l’illuminazione che nel secondo caso sono esclusi
  • la dimensione e articolazione della casa: si è già accennato al fatto che strutture complesse richiedono tempi maggiori, per cui una villetta su più piani necessita di più lavoro che un bilocale, sia per il sopralluogo che per l’elaborazione in 3D (e quindi costa di più!)
  • la ventilazione, l’illuminazione, i trasporti: la presenza della ventilazione meccanica richiede che si calcolino tutti i ricambi d’aria, così come vanno calcolati (per le destinazioni d’uso non residenziali) l'energia per l’illuminazione (come chiarito al punto precedente) e per i trasporti interni (qualora presenti ascensori o scale mobili)
  • la distanza: se il certificatore ha il suo ufficio a Roma ma deve certificare un edificio a Napoli è chiaro che richiederà un prezzo per la certificazione energetica maggiore che se la certificazione avvenisse in un quartiere romano
  • l’urgenza: se non è possibile attendere gli 8-10 giorni lavorativi canonici si può accedere al proprio APE nel giro di pochi giorni o, in casi estremi, di poche ore, ma chiaramente questo ha un costo!


E quindi qual è il prezzo per un attestato di Prestazione energetica?


Quello più verosimile emerge da una ricerca di Altroconsumo, che indica un prezzo medio di 300 euro per un appartamento e di 500 per una villetta, iva inclusa.


E allora com’è possibile che in rete si trovino anche offerte addirittura di 75 euro (se non meno)?


È possibile nel momento in cui i dati contenuti nell’APE non siano quelli della casa da certificare, cosa che spesso accade quando il certificatore energetico non organizza nemmeno il sopralluogo (cosa illegale), oppure quando lo realizza in modo così veloce e sommario da omettere completamente l’immissione di diverse informazioni relative all’immobile in questione (tanto che la classe energetica assegnata perde completamente di valore), o ancora se si occupa (come detto grossolanamente) solo della consegna dell’APE e non anche di eventuali modifiche che dovessero necessitarsi in futuro, col rischio di rendere inevitabile il rifacimento ex novo dell’intero processo.


  • Facendo 2 conti, bisogna tenere presenti tutte le voci che gravano sui costi richiesti per effettuare una certificazione energetica, vale a dire:
  • il 22% di IVA
  • il 4% di contributo previdenziale
  • il 23% di tasse
  • i 15 euro necessari per l'acquisto dell'attestato presso la Regione (costo fisso obbligatorio)
  • un costo minimo di 10 euro come spese di trasferimento per il sopralluogo
  • 10 euro per ammortizzare il costo dell'apposito software
  • 1 Euro per stampare due copie a colori di tutto l’incartamento.


Nel caso in cui si richiedessero 75 euro per effettuare una certificazione energetica ne resterebbero meno di 13 come guadagno!!!


Cosa significa questo?


Che se il costo richiesto per un APE scende al di sotto dei 200 euro è quanto meno sospetto!


Detto ciò, contattate i nostri esperti tramite il form e fatevi realizzare un preventivo per la certificazione energetica di casa vostra: noi vi abbiamo dato tutti gli strumenti per capire di chi fidarvi…

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto