Telecamere a circuito chiuso: caratteristiche e utilizzi

18 Marzo 2016 - Redazione

Vota

Voto 5 su 2 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Foto articolo telecamere a circuito chiuso Foto articolo telecamere a circuito chiuso Foto articolo telecamere a circuito chiuso Accanto a dei serramenti antintrusione per garantire la sicurezza della propria casa è bene dotarsi di sistemi di videosorveglianza, dotati magari di telecamere a circuito chiuso.


Questo tipo di telecamera è stata utilizzata inizialmente per videosorvegliare aeroporti, banche e basi militari, poi gradualmente il suo impiego ha interessato anche le civili abitazioni. S tratta, è bene dirlo, di impianti di sicurezza passiva, che cioè registrano senza soluzione di continuità.

Tra le telecamere a circuito chiuso quelle di tipo IP (digitali) presentano il vantaggio di non essere soggette a disturbi nella registrazione e di essere molto flessibili al cablaggio. Tuttavia, sono limitate da una serie di svantaggi: la maggiore delicatezza rispetto alle telecamere analogiche, la minore personalizzazione a livello di obbiettivi, la minore durevolezza rispetto alle analogiche.
Qualora la telecamera vada posizionata in un luogo aperto (ipotizziamo, al portone di ingresso di una villetta), è fondamentale che non sia comunque esposta agli agenti atmosferici, e che sia collocata in una zona sopraelevata.

Alle telecamere a circuito chiuso andranno collegati (da voi, o dall’esperto che si occupa dell’installazione) due fili, uno video e positivo, l’altro elettrico e negativo, che andranno collegati al resto dell'impianto, e che dovranno passare da un ambiente all'altro o dall'esterno all'interno e viceversa.

Dopo aver posizionato tutto, deciso dove sistemare il monitor e la consolle per i comandi, e aver compiuto tutti i vari collegamenti e modifiche, è opportuno verificare ogni singolo allaccio

Fatto questo, si potrà constatare anche il corretto funzionamento del videoregistratore digitale, capace di effettuare registrazioni su hard disk o nastro di tutto quello che viene catturato dall’obbiettivo delle telecamere ad esso connesse. Questo tipo di dispositivo, oltre a registrare, consente anche di controllare delle zone privacy; controllare sistemi di domotica; essere visionati da un pc remoto o da telefono cellulare; e molto altro…

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto