La manutenzione degli infissi in legno

26 Febbraio 2018 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Manutenzione infissi in legno Manutenzione infissi in legno Manutenzione infissi in legno

Scegliere gli infissi di casa non significa solo adottare un complemento che si sposi bene con l’estetica interna all’appartamento ed esterna all’edificio, ma soprattutto influire su questioni come l’isolamento termico e acustico, il controllo dell’umidità, il risparmio energetico, la resistenza agli agenti atmosferici e meccanici, la richiesta di manutenzione: è proprio su quest’ultimo aspetto che vogliamo soffermarci, vale a dire la manutenzione degli infissi in legno.


Se infatti da un lato porte, finestre e verande in legno rappresentano una scelta di sicuro impatto estetico, è vero che esse costituiscono la tipologia tra quelle disponibili sul mercato che richiede cure più frequenti, attente e costose, soprattutto quando si tratta di infissi in legno continuamente esposti a sole, pioggia, freddo e sbalzi di temperatura.


Ancora più meticolose e attente sono le cure richieste dagli infissi in legno antichi e pregiati, interventi che ricadono nell’ ambito del restauro e che possono comprendere la sostituzione dei pezzi degradati con tasselli su misura, oppure la stuccatura delle connessioni, la carteggiatura, sostituzione, riparazione e/o lubrificazione della ferramenta.


la manutenzione degli infissi in legno

La manutenzione degli infissi in legno comprende in primis la pulitura, da effettuarsi con spazzole morbide, uno straccio pulito e un detergente per il legno (ma anche miscele casalinghe, ottenute adoperando ad esempio aceto bianco, a cui andranno addizionati acqua distillata e 15 gocce di olio puro di menta piperita), al quale andrebbero aggiunti anche un prodotto anti funghi e insetti, da applicare a pennello o a spruzzo, e un impregnante per il legno verniciato, capace di difendere il legno dalle intemperie rendendo le superfici idrorepellenti, lucide e brillanti.


Un elemento fondamentale per curare porte e finestre in legno di modo che la loro durata sia protratta nel tempo è la verniciatura: per questo, ad intervalli regolari, le persiane in legno andrebbero sverniciate e riverniciate con pitture protettive; stesse operazioni da eseguire nel caso in cui si notino graffi, ammaccature o discrepanze di colori, con la differenza che in questo secondo caso si può procedere solo nei punti compromessi, mentre ogni 2-3 anni bisogna realizzare una sverniciatura completa.


A tal fine sarà necessario rimuovere i serramenti e trattarli con una levigatrice elettrica (o con carta vetrata) per eliminare i residui della vecchia vernice.


Qualora i danni al telaio risultino piuttosto evidenti bisognerà eliminare con la levigatrice non solo la vernice, ma anche il colore fino a lasciare il legno vivo: è chiaro però che siamo già arrivati ad uno step della manutenzione degli infissi in legno che necessita di una maggiore conoscenza e di una certa esperienza, per cui sarebbe davvero il caso di rivolgersi a degli esperti, il cui intervento sicuramente sarà più dispendioso che se decideste di curare i serramenti in legno in modalità fai-da-te, ma alla luce del fatto che si tratta di complementi i cui costi sono tutt’altro che trascurabili, pensare di investire di più per la salvaguardia e durata degli infissi realizzati con varie essenze legnose è assolutamente auspicabile.


E proprio perché vogliamo aiutarvi in questo, vi invitiamo a cliccare qui.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto