Costo impianto geotermico: tutto quello che c'è da sapere e come richiedere un preventivo

13 Novembre 2020 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Costo impianto geotermico Costo impianto geotermico Costo impianto geotermico

Costo impianto geotermico: prezzi, informazioni e preventivi

Sono varie le soluzioni disponibili per la climatizzazione di un’abitazione (fotovoltaico, pompe di calore, caldaie a condensazione ecc...) e tra queste rientra anche l’impianto geotermico. Chi decide di dotare il proprio immobile di un impianto di questo tipo per riscaldare l’aria durante i mesi più freddi e per raffreddarla nei mesi estivi fa una scelta sostenibile dal punto di vista ambientale.

In questo approfondimento ci dedicheremo a capire cos’è un impianto geotermico e come funziona, quali sono le tipologie disponibili, qual è la manutenzione che viene richiesta per garantirne il funzionamento corretto e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa soluzione. Vedremo insieme anche quanto costa installare un impianto di questo tipo, quali sono gli incentivi disponibili in Italia e a quali aziende rivolgersi.

Impianto geotermico: cos’è

L’impianto geotermico è un particolare impianto che viene realizzato per sfruttare l’energia geotermica, ovvero il calore che giunge sulla superficie terrestre partendo dal nucleo del nostro pianeta. E’ facile intuire che l’energia geotermica fa parte delle energia rinnovabili e che il vantaggio di questa particolare energia è quello di essere sempre disponibile, a differenza di altre fonti di energia rinnovabile.

Questo impianto è in grado di raccogliere il calore che si sprigiona dal nucleo della Terra e di convogliarlo all’interno dell’edificio grazie ad una pompa di calore. In questo modo per la climatizzazione della casa si potrà sfruttare energia rinnovabile, così da ridurre l’impatto ambientale e la spesa economica per il riscaldamento dell’abitazione.

Impianto geotermico: funzionamento

Per capire qual è il funzionamento di un impianto geotermico bisogna vedere innanzitutto da quali elementi è composto questo stesso impianto.

L’impianto prevede prima di tutto un sistema per la captazione del calore, costituito da tubature realizzate in polietilene ed all’interno delle quali scorrono dei liquidi con buona conducibilità termica. Questo sistema di tubature viene posto nella perforazione praticata nel terreno, in modo che il calore possa essere captato in profondità così da limitarne la dispersione nell’ambiente.

L'impianto funziona tramite delle sonde che possono essere di due tipi, verticali o orizzontali: 

  • le sonde verticali hanno la tipica forma a “U” e necessitano di macchine trivellatrici per l'installazione; possono raggiungere gli strati del terreno che non risentono delle variazioni climatiche esterne. Si attestano all'incirca tra gli 80 - 130 metri, anche se possono andare anche più in profondità e presentano temperature fisse di 10-15 °C. 
  • le sonde orizzontali invece corrono parallele al terreno ad una profondità di un paio di metri; necessitano di uno spazio esterno sufficiente ad ottenere le potenze necessarie all'abitazione non potendo andare in profondità.

L’impianto prevede poi una pompa di calore geotermica, la quale si occupa del trasferimento del calore. A seconda della direzione del flusso di calore si potrà ottenere il riscaldamento o il raffreddamento dell’ambiente: se il calore viene trasferito dal terreno verso l’ambiente interno si ottiene il riscaldamento della casa, mentre se il calore viene trasferito dall’ambiente interno verso l’esterno si raggiunge il raffreddamento dell’abitazione.

L’impianto dispone infine di un sistema di accumulo del calore, che viene impiegato per immagazzinare il calore raccolto e per distribuirlo successivamente all’interno dell’abitazione. Di solito questo sistema di accumulo viene collegato ad un impianto di riscaldamento a pavimento, per ottenere una distribuzione uniforme del calore nei vari ambienti della casa.

funzionamento impianto geotermico

Impianto geotermico: tipologia

Per sfruttare al massimo i vantaggi di questa soluzione per la climatizzazione della casa è utile conoscere le varie tipologie di impianto geotermico. Di seguito sono descritte le caratteristiche principali delle tipologie più diffuse di questo impianto.

Impianto geotermico ad aria

L’impianto geotermico ad aria sfrutta l’aria come fluido per la trasmissione del calore. All’interno del sistema di tubature scorre infatti dell’aria che assorbe o cede calore a seconda che si voglia riscaldare o raffreddare l’ambiente domestico. Quest’aria viene poi immessa all’interno dell’abitazione con un particolare sistema di ventilazione collegato allo stesso impianto.

Impianto geotermico a circuito aperto

L’impianto geotermico a circuito aperto è un particolare sistema che sfrutta il pompaggio dell’acqua di falda per recuperare calore. Il recupero del calore è ottimale e grazie alla pompa di calore di cui l’impianto dispone l’energia termica potrà essere sfruttata per la climatizzazione della casa.

Impianto geotermico a circuito chiuso

Oltre alla geotermia a circuito aperto esiste anche quella a circuito chiuso ed infatti tra le varie tipologie di impianto è presente l’impianto geotermico a circuito chiuso. La differenza rispetto al sistema a circuito aperto è che in questo caso non si procede con il pompaggio dell’acqua di falda, ma si posizionerà una sonda direttamente all’interno del pozzo, senza il bisogno di smuovere l’acqua.

Impianto geotermico manutenzione

Una domanda molto frequente dei clienti che stanno pensando di installare questo impianto riguarda la manutenzione dell’impianto geotermico. Essa rappresenta uno dei vantaggi di questa soluzione, infatti l’impianto geotermico non richiede manutenzione: le varie componenti dell’impianto hanno una durata media di trenta anni, mentre la sonda arriva addirittura a durare cento anni. La manutenzione assente – o comunque fortemente ridotta – aiuta a mantenere basse le spese.

Pro e contro impianto geotermico

L’impianto geotermico presenta diversi vantaggi che è interessante conoscere per decidere se investire o meno su un impianto di questo tipo. Un punto di forza è la capacità di utilizzare energia rinnovabile per riscaldare gli ambienti domestici, da cui deriva il ridotto impatto ambientale.

Un altro punto di forza deriva dalla manutenzione non necessaria, che aiuta a mantenere le spese basse. L’utilizzo di energia rinnovabile consente inoltre di ottenere un risparmio economico notevole, con una riduzione dei costi che può raggiungere anche l’80%.

Inoltre, questa tipologia di impianto associata ad un impianto di ventilazione meccanica controllata garantisce un ottimo ricircolo dell'aria.

Non ci sono dei veri e propri svantaggi, soprattutto se si prendono in esame gli impianti geotermici di dimensioni contenute utilizzati per il riscaldamento delle abitazioni. Per gli impianti più grandi lo svantaggio è l’impatto negativo sull’ambiente dal punto di vista estetico, svantaggio che non si ha però per gli impianti geotermici piccoli.

Costo impianto geotermico

L’installazione di un impianto di questo tipo consente di risparmiare sulla spesa energetica ed anche di avere un minor impatto ambientale. Ciò spinge molte persone ad informarsi sul costo dell’impianto geotermico, per capire se sia conveniente o meno procedere con l’installazione.

Nella tabella seguente si fa riferimento alle varie opzioni di impianto, prendendo in considerazione l’installazione di un impianto per un’abitazione di circa 100 metri quadrati:

Caratteristiche impianto geotermico Range di prezzo
Sonda orizzontale da c.a € 3.800 a € 4.300
Sonda verticale da c.a € 4.300 a € 5.900
Pompa di calore e accumulo ACS* da € 6.000 in su
Pannelli radianti (opzionali) da c.a 70/80€ al mq
Professionisti c.a il 10/15% costo appalto

*ACS = acqua calda sanitaria

Impianto geotermico incentivi

Il Governo ha previsto degli incentivi per gli impianti geotermici, che rendono più vantaggiosa l’installazione di questo impianto. Di base è presente l’Ecobonus che consente di accedere ad una detrazione del 65%, ma al momento è disponibile anche il Superbonus del 110% se l’installazione di questo impianto porta a rispettare i requisiti richiesti per godere di questo forte incentivo.

Impianto geotermico aziende: a chi rivolgersi?

Per l’installazione di un impianto per la climatizzazione a basso impatto ambientale ci si può rivolgere alle aziende specializzate in impianti geotermici. Grazie al servizio offerto da Quotalo si possono trovare in pochi minuti le migliori società specializzate e chiedere loro dei preventivi gratuiti.  

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto