Ventilazione meccanica controllata: tutto quello che ti serve sapere e come richiedere un preventivo

13 Novembre 2020 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Ventilazione meccanica controllata Ventilazione meccanica controllata Ventilazione meccanica controllata

Ventilazione meccanica controllata: prezzi, info e preventivi

Per garantire la salubrità di un ambiente chiuso e per rendere possibile il ricambio d’aria costante si ricorre spesso alla ventilazione meccanica controllata. Questa soluzione può essere adottata sia nelle abitazioni private, sia negli edifici commerciali ed è considerata una delle migliori soluzioni per mantenere alta la qualità dell’aria anche negli ambienti chiusi.

In questo approfondimento scopriremo a cosa serve la ventilazione meccanica controllata e come funziona. Vedremo insieme i benefici di questo impianto, i costi e come fare per ottenere la detrazione fiscale al fine di ridurre la spesa complessiva.

Scopriremo infine a chi rivolgersi per l’installazione di un impianto di ventilazione meccanica controllata.

Ventilazione meccanica controllata: a cosa serve?

La ventilazione meccanica controllata (VMC) è un sistema che consente di ottenere il ricambio dell’aria negli ambienti chiusi. Per mantenere elevata la qualità dell’aria anche negli ambienti indoor è necessario effettuarne spesso un ricambio, che di solito viene ottenuto aprendo le finestre.

Non sempre però è possibile aprire le finestre, si pensi ad esempio alle case ed agli uffici che si trovano nelle grandi città: l’apertura delle finestre comporterebbe un innalzamento del rumore difficile da sopportare. L’impianto di VMC consente di risolvere questo problema e di cambiare aria senza aprire le finestre.

funzionamento impianto di ventilazione meccanica controllata

Ventilazione meccanica controllata come funziona

Per comprendere come funziona la ventilazione meccanica controllata è necessario parlare delle due tipologie di impianti attualmente disponibili in commercio. Entrambe le tipologie sono ottimali per migliorare la qualità dell’aria, ma presentano delle differenze che è necessario conoscere prima di scegliere su quale impianto investire.

Ventilazione meccanica controllata centralizzata

La ventilazione meccanica controllata centralizzata – definita spesso anche VMC doppio flusso – prevede l’installazione di un impianto che sia in grado di controllare sia il flusso di aria in uscita che il flusso di aria in entrata. Quando si decide di installare questo tipo di impianto, in ogni ambiente dell’edificio vengono inserite una bocchetta per l’aria in uscita ed una per l’aria in ingresso, in modo che i due flussi possano essere gestiti separatamente.

Il vantaggio principale della VMC centralizzata consiste nella possibilità di recuperare calore e dunque di risparmiare energia per la climatizzazione dell’ambiente. Nonostante i flussi siano gestiti in maniera separata, l’aria in ingresso viene messa a contatto con quella in uscita, in modo che quest’ultima possa cedere parte del calore ed essere sfruttata per l’ultima volta prima di essere espulsa.

Ventilazione meccanica controllata decentralizzata

Nella ventilazione meccanica controllata decentralizzata il sistema di ricambio dell’aria deve operare in una singola stanza e non fa parte di un impianto che coinvolge tutti gli ambienti con una gestione centralizzata.

In questo caso non vi può essere la gestione in contemporanea sia del flusso d’aria in entrata che di quella in uscita, ma l’aria in entrata e quella in uscita saranno controllate separatamente.

L’impianto di VMC decentralizzata è più semplice, ma per avere un controllo ottimale della qualità dell’aria in tutti gli ambienti si preferisce spesso installare un impianto centralizzato.

Ventilazione meccanica controllata: benefici e vantaggi

Sono svariati i benefici della ventilazione meccanica controllata, soprattutto quando abbinata ad un impianto geotermico, e proprio grazie ai vantaggi che saranno descritti a breve gli impianti di VMC sono diventati così diffusi nel nostro paese.

La VMC consente innanzitutto di migliorare la qualità dell’aria, espellendo l’aria esausta ricca di anidride carbonica ed introducendo nuova aria ricca di ossigeno. Durante il ricambio dell’aria inoltre sono allontanati gli inquinanti, altro elemento a favore della VMC.

Dal momento che il ricambio dell’aria avviene senza aprire le finestre, la ventilazione meccanica controllata dà la possibilità di preservare l’isolamento termico ed acustico ottenuto con gli infissi. Ciò comporta non solo una più alta qualità di permanenza all’interno dell’abitazione o dell’edificio – un rumore elevato incide sulla qualità di vita – ma anche una riduzione della spesa energetica per la climatizzazione dell’ambiente.

A ciò si aggiunge che, evitando di aprire le finestre per cambiare l’aria, si eviterà l’ingresso nell’ambiente di sostanze inquinanti, allergeni e polveri. Un impianto di VMC correttamente funzionante contribuirà inoltre alla riduzione dell’umidità e dunque aiuterà a proteggere l’ambiente dalla formazione di muffa (APPROFONDIMENTO: Come eliminare la muffa da casa ed evitarne la formazione?)

Ventilazione meccanica controllata: costo impianto

Il costo di un impianto di ventilazione meccanica controllata può variare molto e dipende da diversi fattori, in primis dalla tipologia dell’impianto.

La VMC decentralizzata è la soluzione dal costo inferiore, ma anche dalle prestazioni ridotte. Avendo una singola tubazione sia per l’aria in entrata che in uscita non sarà possibile gestire i flussi in contemporanea, ma bisognerà alternare. Le prestazioni ridotte si osservano anche in merito al recupero di calore. La VMC centralizzata è invece la soluzione che garantisce delle prestazioni migliori, ma per la quale bisogna anche essere pronti a sostenere un costo più alto.

Ci sono poi altri elementi che incidono sul costo finale dell’impianto, ad esempio il sistema di filtrazione presente nel proprio impianto di VMC e le prestazioni del recuperatore di calore, componente fondamentale di un ottimo impianto di ventilazione meccanica controllata, soprattutto se centralizzato.

Per avere dei range di prezzo di riferimento:

Tipologia di impianto RANGE DI PREZZO
VMC a singolo flusso c.a 1.500€ - 2.500€
VMC a doppio flusso c.a 3.000€ - 5.000€

Ventilazione meccanica controllata: detrazione fiscale

Il Governo italiano ha previsto una detrazione fiscale per l’acquisto e per l’installazione della ventilazione meccanica controllata. Secondo quanto stabilito dalla normativa vigente, installando un impianto di VMC con recupero di calore è possibile ottenere una detrazione fiscale del 50%. La spesa massima per ogni unità immobiliare residenziale è stata fissata a € 96.000.

Grazie a questa agevolazione fiscale l’installazione di un impianto di VMC diventa più vantaggiosa e si trasforma in un investimento sostenibile anche per le famiglie che non dispongono di molto denaro da utilizzare per migliorare l’abitazione.

Ventilazione meccanica controllata installazione: a chi rivolgersi

Per l’installazione della ventilazione meccanica controllata è necessario rivolgersi a dei professionisti. La scelta dell’impianto non è semplice, così come non è semplice la sua installazione, soprattutto se si decide di acquistare una VMC a doppio flusso.

Al fine di aiutare i clienti a trovare i migliori professionisti nelle vicinanze, Quotalo ha deciso di mettere a disposizione di tutti un database con l’elenco delle ditte specializzate più rinomate. Basterà effettuare una ricerca indicando la zona in cui si risiede ed il servizio che si sta cercando per trovare in pochi minuti i professionisti più adatti e per chiedere loro dei preventivi gratuiti.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto