Costo della ristrutturazione al mq: a quanto ammontano le spese per la ristrutturazione edilizia in base alla grandezza della casa

03 Giugno 2016 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

articolo costi ristrutturazioni al mq articolo costi ristrutturazioni al mq articolo costi ristrutturazioni al mq

Le spese per la ristrutturazione della casa 
Molti sono quelli che, dovendo affrontare dei lavori di ristrutturazione (vuoi che riguardino la casa, come ad esempio quando si desidera ristrutturare una taverna, vuoi che si tratti della ristrutturazione di un locale commerciale o di un negozio decidono di tuffarsi nel mare infinito di Google, dove si imbattono in offerte e proposte di tutti i tipi.
 
Passino quelli che si limitano ad affermare che, avvalendosi della loro opera, è possibile contenere le spese per la ristrutturazione della casa, in quanto applicano dei costi per la ristrutturazione dell’appartamento assolutamente contenuti e concorrenziali: è legge di mercato ed è ammessa. 
Diverso il caso in cui i si faccia pubblicità offrendo ad esempio il rifacimento del tetto per un certo prezzo “x” al mq, o quello in cui ci si espone assicurando ristrutturazioni chiavi in mano da 299 euro al mq”.
È infatti assolutamente doveroso sottolineare che si tratta di una stima molto approssimativa e che rappresenta solo un prezzo base poi destinato sempre e matematicamente ad incrementarsi. In questi slogan, infatti, non viene mai precisato cosa si ristruttura, cosa si offre, quali materiali vengono adoperati, quali sono le garanzie fornite, quali le credenziali di chi esegue i lavori, in base a cosa i prezzi non dovrebbero accrescersi oltre quelli sponsorizzati, etc.
Si tratta più che altro di uno slogan che permette di attirare l’attenzione, visto che non è possibile che il prezzo per mq sia uguale per qualsiasi tipologia di appartamento, e che il costo di una ristrutturazione al mq possa stabilirsi anticipatamente con precisione.
E infatti gli interventi da realizzare su un appartamento che si trova in centro storico e ha una struttura portante in tufo sono diversi da quelli necessari in un appartamento degli anni ‘60/70/80 con struttura portante in cemento armato; alla stessa stregua di quanto differenti saranno gli interventi di un appartamento condominiale e di una villetta singola; oppure di un appartamento che si trova al 18° piano di un grattacielo e di uno che si trova a piano terra; così com’è chiaro che in un appartamento situato in uno stabile antico (o uno stabile d’epoca), dove l’intonaco ha uno spessore di circa 6/8 centimetri, non si potrà intervenire con una ristrutturazione che presenti gli stessi costi di un intonaco moderno che ha lo spessore di 2 centimetri.
 
Visto che i costi della ristrutturazione edilizia sono, più che una spesa, un vero e proprio investimento, è doveroso che, prima di decidere a chi affidarsi, ognuno cerchi preventivamente quante più informazioni possibili per parlare poi con l’impresa o il tecnico che appaiono più preparati. 

È chiaro che bisogna anche essere in grado di leggere un preventivo, e di saper scegliere con oculatezza a chi affidarsi. Ad esempio, se una ditta dovesse pubblicizzare una “ristrutturazione bagno a 3.500 euro”, bisognerà appurare che, oltre a “demolizione e smaltimento dei pavimenti e rivestimenti, realizzazione nuovo impianto idrico, posa pavimento e rivestimento”, siano compresi anche gli intonaci (difficilmente preventivabili perché bisognerà prima rimuovere le piastrelle per sapere di quanti centimetri debba essere lo spessore), l'impianto elettrico, le rasature e tinteggiatura delle pareti e del soffitto, la posa degli igienici e il montaggio delle rubinetterie, oltre il costo di pavimenti, rivestimenti, sanitari e rubinetteria che sono a proprio carico: lo diciamo in anticipo: 3.500 euro non coprono tutte le voci che abbiamo citato! 
 
Questo significa che è necessario non farsi ingannare e rivolgersi solo a ditte o servizi specializzati e affidabili, e che non facciano del prezzo (basso) il loro fiore all’occhiello (o per lo meno, non l’unico!).
 
La cosa migliore è ovviamente quella di farsi realizzare più di un preventivo di spesa (4 o 5 sarebbero l’ideale), ma soprattutto di esigere un sopralluogo (ovviamente gratuito) durante il quale il professionista possa non solo conoscere quelli che sono i vostri desideri (ad esempio, nel caso in cui si tratti della ristrutturazione del salotto rivestire il camino con delle lastre di marmo, cosa che nei prezzi per la ristrutturazione standard e basilari che vengono spesso sponsorizzati quando si parla di costo della ristrutturazione al mq), ma anche visionare l’appartamento e rendersi conto delle sue caratteristiche, dell’ampiezza e delle metrature, il piano a cui è allocato, verificare se, dove e come salire e scendere i materiali, la logistica generale, gli orari di lavoro, il numero di operai che deve realizzare il lavoro e in quanto tempo, oltre ancora alle abitudine delle persone che vi abitano, ai loro gusti, allo stile che intendono conferire alla casa. Insomma, recarsi sul posto, è davvero essenziale!
 
 
A tal proposito esistono delle piattaforme dedicate, come Quotalo, che vi permettono di entrare in contatto con gli esperti del settore per chiedere info, consigli e sopralluoghi, che molto meglio di una telefonata o di una mail possono consentire all’esperto di sottoporre il potenziale cliente ad un’accurata “intervista” e ad un altrettanto scrupolosa visura dell’immobile in oggetto, e solo dopo produrre un preventivo.
Quest’ultimo, per essere realmente ben eseguito e affidabile, dovrebbe contenere una serie di categorie principali:
• Rilievi e progettazione
• Offerta descrittiva dei lavori da realizzare con stima economica delle opere da realizzare 
• Costi per pratica e diritti di segreteria oltre che per bolli e quant’altro per occupazione suolo pubblico per il carico e scarico dei materiali e delle merci
• Costi di autorizzazioni e/o permessi come SCIA, CIL, ecc…
• Costi di accessori e opere per completamento dei lavori che normalmente non vengono forniti dall’impresa esecutrice (sanitari, rubinetteria, pavimenti in ceramica o in legno, rivestimenti, infissi, bussole interne, porta di caposcala, radiatori, caldaia, climatizzatori, placche elettriche, etc.).

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto