Condizionatori portatili senza unità esterna

20 Febbraio 2018 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto principale per articolo condizionatore portatile senza unità esterna foto principale per articolo condizionatore portatile senza unità esterna foto principale per articolo condizionatore portatile senza unità esterna

Se si è deciso di ovviare al caldo insopportabile della stagione estiva installando dei condizionatori, è bene prima di procedere accertarsi che ciò sia consentito, giacché non è raro che alcuni condomini abbiano decretato il divieto di affiggere componenti esterne che possono inficiare l’estetica del palazzo, soprattutto se questo ha una valenza storica: come regolarsi in tal caso? Adottando condizionatori portatili senza unità esterna: vediamo quali sono le tipologie disponibili, le parti costituenti e le modalità di funzionamento dei condizionatori portatili senza unità esterna, sottolineandone pregi e difetti, oltreché differenze rispetto ai condizionatori tradizionali


Prima di procedere ad una comparazione tra le due tipologie, è bene soffermarsi sulle proposte offerte dal mercato, che consente di scegliere tra:
  • condizionatori portatili senza tubo a muro ma con flessibile (di solito del diametro di 15-20 mm) da gestire tenendo la finestra semi aperta (per evitare le dispersioni termiche, è consigliabile un apposito paraspifferi da posizionare orizzontalmente o verticalmente in base al tipo di apertura)
  • condizionatori senza tubo e senza flessibile da finestra, ma che richiedono l’aggancio alla rete idrica quindi non sono portatili
  • condizionatori senza unità esterna ma che richiedono un buco nel muro per l’installazione del tubo, per cui presentano tubature e non sono più portatili (in alcuni di questi modelli il raffreddamento dell’aria calda avviene attraverso un condensatore ad acqua, che però necessita di attacco alla rete idrica, e dunque addio portatilità!).


In buona sostanza quando si parla di condizionatori portatili ci si riferisce propriamente solo ai primi, quelli privi di tubo a muro, giacché gli altri due perdono la caratteristica della trasportabilità.


Impianto di condizionamento

Precisato questo, la prima palese dissomiglianza rispetto a questi ultimi consiste nel fatto che i condizionatori portatili senza tubo, semplicissimi da spostare grazie alle ruote di cui sono provvisti, sono efficaci e comodi, e caratterizzati da un design pratico e minimale che non impatta sull’estetica degli ambienti nei quali vengono collocati.


Proprio a proposito degli spazi in cui si decide di collocare un condizionatore portatile privo di unità esterna, è doveroso precisare che esso produce le sue migliori performance in ambienti di casa o di lavoro piccoli, potendosi agevolmente trasportare da una stanza all’altra, mentre per contesti più ampi sarà meglio optare per un impianto dotato di unità esterna.


Tuttavia compattezza e trasportabilità non rappresentano gli unici vantaggi di installare un condizionatore portatile senza tubo, dal momento che si annoverano anche:
  • l’assenza di opere murarie, necessarie invece in caso di un’unità esterna da installare: per un condizionatore senza tubo basta fissare il piccolo flessibile alla finestra (che dovrà necessariamente essere tenuta semi aperta)
  • un basso impatto sull’ambiente a patto chiaramente di scegliere un apparecchio con classe energetica tipo A+ (o meglio ancora A+++)
  • una notevole potenzialità: i moderni condizionatori portatili senza tubo a muro presentano un display con comandi touch screen, timer elettronici, termostati con diverse velocità e possono anche deumidificare gli ambienti
  • costi contenuti


Unica raccomandazione al momento dell’acquisto di un condizionatore portatile senza tubo a muro è di verificare quali siano la capacità di raffreddamento e la classe energetica del modello prescelto, tenendo conto di quanto detto in precedenza, e cioè che le funzioni migliori i esplicano in ambienti piccoli, e comunque fino ad un massimo di 120 mq.


Impianto di condizionamento

Tra i condizionatori portatili privi di tubature esterne le marche raccomandate sono la De Longhi, Argoclima Husky (con un prezzo di circa 150 euro è un ottimo raffrescatore di aria, utile a far percepire 2/3 gradi in meno dentro una stanza di dimensioni contenute), Klarstein (lo Skyscraper Ice grazie alla funzione ventilatore produce aria fresca usando l’acqua inserita nella bacinella, è programmabile e dispone delle modalità notturna, ecologica o normale), OneConcept CTR-1 (in grado di raffreddare l’aria e di diffonderla nell’ambiente, grazie a un sistema di ventilazione, di umidificare e ionizzare).


E se necessitate di altre informazioni in merito ai condizionatori portatili disponibili in commercio chiedete pure ai nostri esperti di impiantistica.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto