Quanto costa ristrutturare un bagno

08 Giugno 2015 - Redazione

Vota

Voto 5 su 4 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Il bagno è stato promosso da stanza di servizio a centro benessere della casa. Oltre alla naturale usura degli impianti e dei servizi igienici-sanitari, questa nuova interpretazione porta al desiderio di ristrutturare il bagno per adeguarlo alle attuali esigenze. Nel pianificare i lavori necessari bisogna fare i conti anche con le nostre aspirazioni, la struttura dell’edificio, impianto idraulico e permessi edili.

Se gli interventi riguardano la sostituzione delle piastrelle, pavimenti o sanitari non c’è bisogno di notificare la notizia al Comune, eventualmente c’è da chiedere l’impresa esecutrice dei lavori se è informata sulle modalità per lo smaltimento delle macerie, 

Quando si ristruttura va considerato nel calcolo del costo di ristrutturazione casa se gli interventi prevedono la modifica della volumetria della stanza, come spostare un muro, deve essere dichiarato l’inizio delle attività al Comune di competenza e una volta terminato deve essere comunicata la variazione catastale all’Agenzia delle Entrate. 

Importante se l’abitazione si trova in un condominio, è necessario e consigliato il rispetto del regolamento condominiale, per l’inevitabile rumore e sporco che si produce durante un intervento di ristrutturazione.

Il costo della ristrutturazione del bagno dipende dal tipo d’intervento. Per la sostituzione dell’impianto idraulico e di quello elettrico è bene affidarsi a esperti, nel dubbio consultare più professionisti del settore, non guardare al solo risparmio economico. La qualità dei materiali, insieme alle dimensioni incidono sul costo finale, ma la buona qualità permette di evitare problemi futuri, basti pensare a un tubo che dopo poco tempo inizia a perdere. 

Le piastrelle, sia per la pavimentazione e sia il rivestimento delle pareti, sono elemento di forte impatto ma attenzione a farsi affascinare dall’estetica a discapito della qualità. Il bagno è un ambiente ad alta umidità, i materiali possono favorire o meno la traspirazione, evitare l’insorgere delle macchie di umidità o la velocità con cui asciuga la stanza, può sembrare un accorgimento banale, ma scivolare sul pavimento bagnato è causa frequente di traumi. 

Dopo aver scelto il colore tenendo presente aspetti meno apparenti, ma alla lunga premianti, ecco quello che trasforma il bagno da servizio in un luogo di piacere e cura della persona.

Prima domanda a cui rispondere durante l'intervento di ristrutturazione del bagno è: vogliamo una vasca o una doccia? Farsi la doccia o immergersi nella vasca sono due modi profondamente diversi che va ben oltre la semplice pulizia personale, al momento della progettazione del bagno si può esser costretti a dover scegliere. 

Se l’appartamento dispone di due bagni la soluzione classica è uno con doccia e uno con vasca. Per fortuna che sul mercato si trovano soluzioni che fanno convergere le due esigenze. Quando la scelta non è dettata dalle dimensioni del bagno nel dubbio, si può scegliere la vasca-doccia, il design è progettato per assolvere entrambe le funzioni, una vasca con piatto doccia e box.

Se lo spazio è limitato, si può optare per docce che offrono la sensazione di immergersi dotate di più getti d’acqua, cabine doccia che hanno abbandonato l’idea di “5 minuti e via”.
Per i più esigenti le cabine multifunzione possono essere idromassaggio, bagno turco, con seduta interna.

Parlando di prezzi di ristrutturazione bagno la variabilità è estrema, ad esempio, per una doccia semplice il prezzo si può aggirare sui 200-400 euro per arrivare ad una cabina-doccia-multifunzione che ha costi variabili in base alla qualità ma possono tranquillamente superare le migliaia di euro, così all’incirca anche per le vasche.

Un’attenzione particolare meritano le vasche per disabili, negli ultimi anni si è ampliata la gamma dell’offerta sul mercato sia per dimensioni e per linea.

Se non vi è bisogno di dover rifare l’impianto idraulico e ci si limita al solo cambio dei sanitari per risparmiare si posso sceglier quelli che abbiano gli attacchi compatibili. 

Per non dover rischiare di fare due volte il lavoro o doversi pentire amaramente e' necessario investire un po’ di tempo alla ricerca di professionalità e competenza, perché un bagno progettato e realizzato senza competenza può essere anche bello ma può creare disagi nel tempo.

Molte aziende specializzate, oltre che eseguire il lavoro, offrono servizio di consulenza per la progettazione. Ottimizzare gli spazi, la sicurezza, il budget, il gusto estetico e l’esecuzione a regola d’arte richiede molto più di qualche idea, per realizzare quello che potrà essere il vostro intimo centro benessere.

Concludendo, quanto costa ristrutturare un bagno? Dire una cifra senza sapere le dimensioni e i materiali è impossibile, per questo è importante sempre chiedere un sopralluogo ad imprese edili specializzate in ristrutturazione di bagni che sappiano realizzare senza complicazioni un bagno chiavi in mano valutando le richieste specifiche del cliente, sapendo anche suggerire i materiali che più si adattano alle esigenze specifiche di ciascuno.

A fronte delle richieste ricevute su Quotalo possiamo affermare che il costo di un bagno medio(come qualità e dimensioni) in Italia è di circa 4000-5000 euro, dipendendo ovviamente dalle regioni in cui il bagno viene rifatto.



Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto