IMBIANCARE A RULLO: quando e come farlo

17 Febbraio 2016 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto articolo imbiancare a rullo foto articolo imbiancare a rullo foto articolo imbiancare a rullo IMBIANCARE A RULLO

Pitturare a rullo o a pennello? 
Dipende innanzitutto dal risultato che si vuole ottenere: infatti, se si desidera avere una parete liscia e levigata sarà necessario procedere col pennello; nel caso in cui si utilizzerà un rullo si otterrà una superficie ruvida, "a buccia d'arancia".
 
La seconda considerazione da fare in merito alla scelta di uno strumento piuttosto che dell’altro dipende dall’ampiezza della superficie, e in genere dalla facilità con cui è possibile accedervi: imbiancare a rullo è infatti preferibile nel caso di grandi superfici e di soffitti (grazie alla prolunga da innestare nel manico può essere usato da terra, senza salire su scale o cavalletti). Per lo stesso motivo utilizzare il rullo è preferibile anche per i muri esterni. 

Ultimo aspetto è quello che riguarda il grado di manualità che si possiede: se infatti l’imbiancatura col pennello prevede un’esperienza maggiore (si fatica di più per rendere meno visibili le pennellate, e a tal fine è necessario dotarsi di pennelli di qualità ed in buone condizioni, e soprattutto adottare una tecnica che prevede passate di vernice incrociate in itinere, e sul finale tocchi leggeri sempre nella medesima direzione), imbiancare a rullo è alla portata di tutti, non richiedendo particolari competenze e abilità (se non l’accorgimento di incrociare le passate e assicurarsi di aver lavorato tutta la superficie).

Detto questo, bisogna ricordare che anche se si decide di tinteggiare a rullo è necessario dotarsi di un piccolo pennello per gli angoli e gli spazi meno accessibili.

Ovviamente, nel caso in cui decidiate di affidarvi ai professionisti che fanno parte della piattaforma di Quotalo, tutto questo non costituirà un vostro cruccio!

Tuttavia, è bene tenere presente che il rullo, benché più semplice, presenta comunque degli svantaggi: in termini di tempo, il rullo provoca molti schizzi, e nel tentativo di evitarli si tende a rallentare il ritmo; in termini economici, pitturare a rullo significa utilizzare una pittura molto più densa rispetto a quella del pennello, e questo a sua volta implica un calo nella resa (dal 10 al 20% in meno).

COME PITTURARE CON IL RULLO
Nel momento in cui si sarà deciso come pitturare casa, e cioè se si sarà optato per il rullo piuttosto che per il pennello, sarà necessario capire COME PITTURARE CON IL RULLO
Innanzitutto la pittura andrà correttamente diluita nella vaschetta; poi vi si intingerà il pennello, scolando l’eccesso di pittura sull’apposita griglia; e lo si passerà più volte sulla stessa porzione di parete, facendo attenzione a non provocare schizzi. Si procede con la seconda mano (potrete scegliere se seguire un andamento perpendicolare o diagonali, oppure procedere senza considerare il verso della prima mano, a differenza di quello che accade col pennello). Si passa poi alle finiture e ai raccordi, da eseguire con un rullino largo pochi centimetri o un pennellino.

Come pitturare con il rullo che si avvia mediante compressore elettrico? Sarà ancora più semplice, perché in questo caso la pressione generata dal compressore elettrico invia la pittura lungo un tubo flessibile fino al rullo applicatore. 

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto