Case passive in muratura: cosa sono, quali sono i benefici e i prezzi medi

12 Dicembre 2019 - Redazione

Vota

Voto 5 su 2 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

casa passiva in muratura casa passiva in muratura casa passiva in muratura

Case passive in muratura: l’edilizia che aiuta il pianeta

Le case passive in muratura sono uno dei successi edilizi di maggior interesse. Tutti gli esperti del settore conoscono questa tipologia di case, ma anche chi non fa parte del settore è probabile che ne abbia già sentito parlare.

Sono numerose in Europa le abitazioni passive in muratura che sono state costruite nel corso degli anni. Questo tipo di casa sembra infatti essere la soluzione migliore per impattare meno sull’ambiente e per arginare il fenomeno dell’inquinamento ambientale.

Case passive in muratura: cosa sono e perché è un trend in crescita?

La casa passiva in muratura entra a far parte a tutti gli effetti dell’edilizia sostenibile. Negli ultimi anni si è registrata una crescita dell’interesse nei confronti della situazione ambientale e si è capito che è possibile intervenire anche nel settore edilizio per migliorare lo stato di salute del nostro pianeta.

Con l’edilizia ecosostenibile si cerca dunque di soddisfare da un lato le esigenze delle persone – proponendo loro abitazioni innovative e funzionali – e dall’altro di optare per soluzioni ecologiche e con impatto ambientale ridotto.

L’idea alla base della progettazione delle case passive è stata quella di dar vita ad abitazioni che fossero in grado di coprire in autonomia gran parte del consumo energetico. Questo è stato reso possibile da un attento studio dei materiali da utilizzare, rigorosamente materiali capaci di offrire un ottimo isolamento termico, in modo da evitare il più possibile la dispersione di calore.

Che caratteristiche strutturali deve avere?

Per poterla considerare una casa passiva è necessario che l’edificio rispetti alcune specifiche caratteristiche strutturali. Molte delle tecniche e delle soluzioni che sono state impiegate nella progettazione di queste abitazioni non sono state inventate da zero. Gran parte di queste soluzioni erano infatti già impiegate in precedenza, ma mai si era cercato di metterle insieme per costruire una casa.

Coibentazione delle pareti

Per tutte le case passive in muratura bisogna assicurare la coibentazione delle pareti. Si tratta in pratica dell’isolamento termico delle pareti, che viene ottenuto grazie all’impiego di specifici materiali che sono selezionati per il loro potere isolante.

Isolando le pareti si ridurrà lo scambio di calore con l’ambiente esterno e dunque la dispersione di energia. In questo modo sarà più semplice mantenere costante la temperatura nelle stanze della casa e sarà anche meno dispendioso riscaldarla nei periodi più freddi e raffreddarla nei periodi più caldi.

Installazione di infissi termici

Altro punto importante è l’installazione di infissi termici. Anche questi sono pensati per ridurre la dispersione del calore e per tentare di ovviare al problema dei cosiddetti ponti termici.

Gli infissi termici sono previsti in tutte le case passive, ma possono essere installati anche nelle abitazioni tradizionali. Va detto che tra l’altro l’installazione di questo tipo di infissi fa crescere il valore dell’immobile, dunque si può considerare un vero e proprio investimento.

Installazione di impianti di ventilazione e di circolazione dell’aria

Oltre agli infissi termici, è importante installare anche degli impianti di ventilazione e degli impianti di circolazione dell’aria. Con la corretta ventilazione garantita dall’impianto si potrà controllare più facilmente l’umidità dell’aria, evitando che questa cresca troppo e vada a causare danni alle pareti. Si ricorda infatti che è proprio a causa dell’umidità che si può formare la muffa sulla pareti della casa.

Casa passiva in muratura

Quali sono gli aspetti positivi di una casa passiva in muratura?

L’analisi delle caratteristiche di questa tipologia di abitazione ha già dato un’idea dei possibili vantaggi di una casa passiva in muratura. L’abitazione è progettata per ridurre al minimo la dispersione di calore e questo ha dei risvolti positivi sui consumi.

Le bollette mensili saranno infatti più basse ed alla fine dell’anno si noterà un risparmio evidente sul consumo energetico. Questo avrà un impatto positivo non solo sulle finanze personali, ma anche sull’ambiente: minor consumo energetico significa infatti minor inquinamento ambientale.

Casa passiva: muratura o legno?

Non esistono solo delle case passive realizzate in muratura, ma esistono anche delle case passive in legno. Spesso queste due soluzioni vengono messe a confronto da chi ha intenzione di costruire una nuova abitazione e si trova a dover scegliere.

E’ possibile rassicurare i clienti dicendo che non ci sono grandi differenze tra queste due opzioni. Entrambe le tipologie sono efficienti nel ridurre le spese e l’inquinamento ambientale, dal momento che sia le case passive in legno che quelle in muratura possono essere isolate per portare al minimo la dispersione del calore.

Casa passiva in muratura: quali sono i prezzi medi?

Fare una stima dei costi da sostenere per la costruzione di una casa passiva in muratura non è semplice. Il prezzo finale può essere molto variabile e dipende non solo dalla grandezza complessiva della casa, ma anche dalle finiture che si sceglie di installare e dalle eventuali personalizzazioni.

Detto ciò, si può provare a farsi un’idea facendo riferimento ai dati generali del mercato, ricordando però che il costo potrà variare nel caso specifico. Per questo motivo è consigliabile chiedere un preventivo per la realizzazione del proprio progetto, così da non avere soprese al termine del lavoro. Se stai cercando dei professionisti nella costruzione case puoi usare il motore di ricerca di Quotalo per individuare il professionista che fa al caso tuo.

Analizzando i prezzi del mercato, si può notare che in media una casa passiva ha un costo del 10%-20% maggiore delle case tradizionali. Ad un’analisi superficiale questo dato sembrerebbe controindicare la costruzione di una casa passiva, in realtà la spesa iniziale maggiore sarà recuperata nel tempo con il risparmio energetico.

La casa passiva deve infatti essere considerata un investimento a medio-lungo termine: nel giro di alcuni anni con il risparmio energetico si recupereranno i soldi in più spesi in fase di costruzione e si arriverà a zero. Da quale punto in poi tutto il risparmio energetico che si farà nei mesi sarà un vero e proprio guadagno.

Nel nostro paese in media il costo di costruzione si può stimare in 2.000 euro al metro quadro. Si tratta appunto di un costo medio, soggetto a variazioni sulla base della tipologia della casa. A questo costo bisogna aggiungere poi la spesa per l’installazione degli infissi, del cappotto termico e dell’impianto fotovoltaico.

Gli infissi hanno un prezzo medio che va dai 400 € ai 600 € al mq (dipende se sono a doppio o a triplo vetro), il cappotto termico oscilla tra i 50 € e i 70 € al mq ed infine per l’impianto fotovoltaico possono servire dai 10.000 € ai 15.000 €.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto