Pignoramento Pensione: come trovare il giusto avvocato e tutelare i tuoi diritti

10 Marzo 2020 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

pignoramento pensione pignoramento pensione pignoramento pensione

Avvocati pignoramento pensione - Legali Specializzati (Consulenza e Preventivi)

Quando il creditore non riesce a recuperare le somme che gli sono dovute può procedere al pignoramento dei beni del debitore. Una particolare forma di pignoramento è il pignoramento della pensione: si tratta di una procedura legale utilizzata nei confronti dei debitori che percepiscono una pensione mensile.

Trattandosi di una forma di pignoramento piuttosto diffusa, in Italia ci sono degli avvocati specializzati in pignoramenti e tutti i suoi risvolti legali. Affidarsi ad un professionista del settore è necessario affinché i propri diritti vengano preservati.

Pignoramento pensione: cos’è e come funziona?

Con il pignoramento della pensione una parte dell’importo ricevuto mensilmente dal pensionato verrà inviata direttamente al creditore, che in questo modo potrà recuperare il denaro che il debitore non ha versato.

Al pari di quanto accade per il pignoramento dello stipendio, anche nel caso della pensione il pignoramento può avvenire a diversi livelli. Il creditore può dialogare con il datore di lavoro, ma anche con la banca o l’ufficio postale presso il quale lo stipendio viene accreditato.

Attraverso il pignoramento pensione una parte dell’importo della pensione mensile viene dunque prelevata ancor prima di essere resa disponibile al pensionato. In questo modo si eviterà che sia il debitore a versare la cifra mensile ed il creditore avrà la certezza di ricevere la somma di denaro che gli spetta.

Questa forma di pignoramento è a tutti gli effetti una procedura esecutiva, che viene avviata per volere del creditore. La nuova normativa circa i pignoramenti ha stabilito che la prima casa non può essere pignorata, mentre il creditore ha la possibilità di recuperare il denaro trattenendo parte della pensione, nel rispetto dei limiti massimi imposti dalla legge.

Pignoramento della pensione: qual è l’importo massimo che si può pignorare

Un aspetto importante da tenere a mente quando si parla di pignoramento della pensione è che non può essere pignorata l’intera somma. Esiste infatti un limite massimo che si può pignorare, oltre il quale non si può andare al fine di garantire al pensionato una vita dignitosa nonostante sia in debito.

Non si può stabilire una cifra massima valida per tutte le pensioni. La normativa afferma che si può pignorare al massimo un quinto della pensione, ovviamente il valore del quinto in termini economici dipenderà dall’entità della pensione, ecco perché non si può definire una cifra assoluta che valga per tutti i pensionati.

Un concetto da introdurre è quello di minimo vitale, che dal legislatore viene definito come la somma mensile minima che deve essere assegnata al pensionato per garantirgli una vita dignitosa. Per calcolare il minimo vitale si parte dall’assegno sociale dell’Inps e si aggiunge il 50% a questa somma. Il valore dell’assegno sociale cambia di anno in anno, infatti annualmente l’Inps presenta la nuova cifra. Conoscere il minimo vitale è importante, perché questa somma viene definita impignorabile.

Può anche capitare che la pensione subisca un aumento nel tempo, oppure che il pensionato riceva altre fonti di guadagno oltre alla pensione. In questo caso il creditore potrà chiedere che venga effettuato un ricalcolo della somma pignorabile, così da aumentare la cifra recuperata mensilmente.

 

avvocato per pignoramento della pensione

E’ possibile applicare più pignoramenti alla stessa pensione?

Sulla stessa pensione possono essere applicati più pignoramenti, con limiti diversi a seconda delle cause dei pignoramenti stessi. Se i molteplici pignoramenti derivano dalla stessa causa il limite massimo pignorabile a cui fare riferimento è quello descritto in precedenza. Se invece i pignoramenti derivano da cause differenti, il limite massimo pignorabile sale fino a metà dell’importo ricevuto mensilmente con la pensione.

Essere a conoscenza di questa possibilità è importante, perché sarebbe errato credere che una pensione sulla quale è già applicato un pignoramento sia al sicuro da altri pignoramenti.

Pignoramento della pensione: atto di ingiunzione?

L’articolo 492 del Codice di Procedura Civile stabilisce che per avviare la procedura legale del pignoramento della pensione sia necessario partire con un atto di ingiunzione. Questo documento deve rispettare alcune specifiche, in particolare:

  • Indicare la tipologia del debito, con gli oggetti e le somme dovute
  • Intimare il terzo a non disporne, tranne che in seguito ad autorizzazione del giudice
  • Indicare la Pec del procedente creditore
  • Mostrare la dichiarazione di residenza
  • Citare il debitore a presentarsi all’udienza di fronte al giudice competente
  • Invitare il terzo a fornire al creditore procedente la dichiarazione prevista dall’articolo 547 del Codice di Procedura Civile entro 10 giorni

L’atto di ingiunzione è un documento che deve quindi rispettare delle caratteristiche specifiche e contenere informazioni essenziali per poter procedere con questa forma di pignoramento. La stesura di questo atto non deve essere sottovalutata, così come la sua lettura. In entrambi i casi un avvocato per pignoramento pensione può tornare utile e può mettere a disposizione le sue competenze.

Pignoramento pensioni: quali sono quelle mai pignorabili

Il creditore che intende recuperare il denaro pignorando la pensione deve sapere che non tutti i crediti possono essere pignorati. Tra i crediti mai pignorabili rientrano:

  • Crediti tributari, ad esempio le cartelle esattoriali, le tasse e le imposte;
  • Crediti alimentari, per esempio quelli per il mantenimento dell’ex coniuge;
  • Crediti di natura privata, ad esempio quelli provenienti da fornitori, da banche ed altri crediti simili.

La pensione sociale e la pensione di invalidità non possono essere pignorate, quindi anche queste due somme di denaro rientrano tra i crediti non pignorabili.

Evitare il pignoramento della pensione: è possibile?

Il creditore potrebbe decidere di procedere con il pignoramento presso terzi della pensione, dialogando con l’Inps per pignorare parte della pensione mensile. L’unico modo per evitare il pignoramento della pensione è avere il conto corrente in rosso: se il conto corrente sul quale viene accreditata la pensione è in negativo il pignoramento della pensione stessa non può avvenire.

Avvocato per pignoramento della pensione: a chi rivolgersi

Rivolgersi ad un avvocato per pignoramento della pensione significare fare affidamento ad un professionista legale competente in materia. Per trovare rapidamente il professionista più adatto si può utilizzare il motore di ricerca di Quotalo, che dà la possibilità di conoscere i migliori avvocati per pignoramento pensione della propria zona e di contattarli in pochi minuti.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto