Separazione di fatto: cos'è, come viene attuata e le conseguenze

18 Novembre 2019 - Redazione

Vota

Voto 5 su 3 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

separazione di fatto articolo separazione di fatto articolo separazione di fatto articolo

La separazione di fatto è una soluzione transitoria e non definita dal punto di vista legale che permette alcuni vantaggi ma espone anche a diversi rischi

Quando si parla di separazione, ovvero che due coniugi si dividono e mettono fine alla loro relazione matrimoniale, non si fa sempre riferimento alla stessa cosa. È il caso, ad esempio, della cosiddetta separazione di fatto, una particolare forma di separazione, diversa da quella legale. È importante conoscerne le caratteristiche, comprendere le conseguenze e quali sono i casi in cui è necessario rivolgersi a un legale specializzato in cause di separazione. Ma andiamo con ordine.

La separazione di fatto: cos'è?

Molto semplicemente la separazione di fatto è una sorta di sospensione del matrimonio, con l’interruzzione della relazione e della coabitazione da parte dei coniugi. Essa può essere consensuale (di comune accordo) o praticata da solo uno dei due coniugi. L’aspetto particolare della separazione di fatto è che non è necessario alcun tipo di provvedimento legale che certifichi tale scelta.

Qual è la differenza tra la separazione di fatto e la separazione legale?

A differenza della separazione legale ed effettiva, la separazione di fatto non richiedere l’intervento di un giudice che certifichi la nuova situazione familiare. Si tratta di una libera decisione dei coniugi, che scelgono di evidenziare in questo modo la crisi del matrimonio e di porre fine a una vita insieme. La differenza legale, sia giudiziale che consensuale, richiede invece una sentenza o un atto scritto, nel quale vengano definiti i nuovi diritti e doveri reciproci dei coniugi. Dal punto di vista burocratico e di tempistiche, la separazione di fatto è sicuramente più rapida (e con effetto immediato) rispetto a quella legale.

Separazione di fatto e figli: come viene gestita

La presenza dei figli è uno dei motivi principali per cui spesso i coniugi decidono di non esplicitare la separazione di fatto. Si tratta di una scelta educativa personale dei genitori che considerano la loro presenza un bene superiore per i figli, rispetto alla ferita provocata da una separazione. Nel caso di una separazione di fatto e di una nuova relazione da parte di uno dei due coniugi, ci sono invece gli estremi, come per l’abbandono del tetto coniugale, per l’imputazione di una colpa e di un reato (anche penale) in sede di separazione legale. La natura non definitoria di questo tipo di separazione rende la materia particolarmente spinosa e fonte di problemi.

Separazione di fatto: come si ottiene

Come detto la separazione di fatto viene gestita direttamente tra i coniugi che decidono di non vivere più insieme. Non essendo necessario un atto legale, il modo più diretto per espletare la separazione di fatto è quello nel quale uno dei coniugi lascia la casa dove viveva con il partner per cercare un’altra sistemazione. Questo comportamento, se rende evidente la separazione di fatto, espone il coniuge che l’ha intrapresa a eventuali azioni legali.

Tale comportamento può essere considerato come il presupposto per l’abbandono del tetto coniugale. In questi casi si ha una responsabilità in caso di separazione legale. La coabitazione, infatti, è uno degli obblighi che i coniugi si assumono durante la celebrazione del matrimonio e con la separazione di fatto vengono meno i doveri di assistenza materiale e morale. Obblighi e doveri che non sono stati sciolti da un atto condiviso o da una sentenza, e che anche fossero di comune accordo tra i coniugi, per la legge non hanno valore.

L’abbandono del tetto coniugale è la forma più evidente della separazione di fatto, ma non l’unica. In molti casi, infatti, i coniugi sono dei “separati in casa”, ovvero non esplicitano la loro divisone separandosi fisicamente, ma vivono sotto lo stesso tetto come fossero due estranei. Spesso questa è una situazione molto pesante, ma è una scelta praticata per ragioni di natura economica, ma soprattutto per non nuocere alla stabilità educativa ed emotiva dei figli.

Essendo una divisione consensuale e priva di effetti giuridici, la separazione di fatto può essere facilmente risolta. I coniugi possono quindi riconciliarsi e, anche in questo caso, non vi è l’obbligo di comunicare tale decisione. Una volta superata la crisi marito e moglie tornano ad abitare sotto lo stesso tetto o a riprendere una vita coniugale piena, fatta anche di quell’assistenza morale e affettiva che era venuta meno e che aveva portato alla separazione di fatto. In determinati casi la separazione di fatto rappresenta una “pausa di riflessione” tramite la quale analizzare la situazione e decidere come affrontare i problemi emersi.

Consulenza legale per separazione di fatto

Conseguenze della separazione di fatto

Formalmente non ci sono conseguenze della separazione di fatto, se non quelle che i coniugi stabiliscono di comune accordo. I coniugi possono regolarsi su un eventuale mantenimento, sulle tempistiche e le modalità di visita dei figli, sul pagamento mensile di un contributo per la crescita degli stessi, così come sulla divisione dei beni (sia mobili che immobili) di proprietà comune. Tutto, però, deve essere consensuale tra i coniugi in quanto la separazione di fatto è la constatazione di una situazione, non una nuova forma giuridica che sostituisce gli obblighi e i doveri del matrimonio.

Separazione di fatto con o senza legali?

Alla luce di quanto detto fino a questo momento si può comprendere come l’intervento di un legale sia necessario solamente se i coniugi non trovano un accordo nella separazione di fatto. Di per sé questa formula di separazione non necessita di un legale, ma può diventare essenziale a fronte di problemi più gravi.

Il mancato accordo tra i coniugi può rendere necessario l’intervento di un giudice che stabilisca responsabilità e nuovi obblighi. Rivolgersi a un avvocato è utile anche a fronte di dubbi o situazioni particolarmente delicate. Richiedere una consulenza legale è utile sia per comprendere come tutelarsi di fronte a torti subiti e anche per capire quali sono gli atti legali da intraprendere per evitare conseguenze più gravi.

Se necessario su Quotalo è possibile trovare facilmente dei legali esperti in materia di separazione, con i quali avere un consulto specializzato per essere consigliati su come tutelare al meglio i vostri diritti.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto