Tipologie di caldaie sul mercato

15 Giugno 2015 - Redazione

Vota

Voto 4 su 4 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Una caldaia datata, di oltre 15 anni inizia a consumare troppo, ad inquinare ed ha bisogno di una maggiore manutenzione. Si può quindi valutare la sostituzione, ma non prima di aver vagliato attentamente quelle che sono le tipologie di caldaie sul mercato

E’ assolutamente fondamentale infatti saper orientarsi tra le diverse marche e le diverse tipologie di caldaie sul mercato prima di scegliere la caldaia giusta, che sia in grado di rispondere ai propri bisogni ed alle proprie necessità.

Essere informati è infatti fondamentale, per scegliere bene. E' importante inoltre porsi alcune domande prima di iniziare la ricerca della caldaia giusta, ad iniziare ovviamente da quello che si desidera vada a fare la caldaia, ossia dovrà solo andare a riscaldare l'acqua, oppure dovrà anche alimentare l’impianto di riscaldamento? E proprio in quest'ultimo caso, ossia se la caldaia deve andare ad alimentare l'impianto di riscaldamento, è bene considerare le dimensioni dell’abitazione e del locale.

Dopo quindi aver fatto le dovute considerazioni, è importante valutare le diverse tipologie di caldaie esistenti, per poter scegliere la caldaia più adatta alle proprie esigenze, ad iniziare dalle caldaia a camera stagna, oggi tra le più diffuse, perché adatte alla stragrande maggioranza delle situazioni domestiche, cioè gli appartamenti condominiali. 

Vanta un “tiraggio forzato”, poiché la combustione del gas è mantenuta molto ben isolata dall’ambiente; inoltre, l’aria necessaria per la combustione, viene incanalata forzatamente per merito di un ventilatore, tramite tubazioni, mentre i gas di scarico sono rilasciati all’esterno tramite tubazioni e condotti isolati.

L'installazione di una caldaia stagna può avvenire dentro casa, in bagno, in cucina o in uno spazio apposito, nel rispetto però, delle predisposizioni per il passaggio delle tubazioni dell’acqua, del gas e dei fumi di scarico.

Ed ecco poi le caldaie a condensazione, frutto della più recente tecnologia, particolarmente indicate per chi necessita di molta acqua calda. Hanno il pregio di “riutilizzare” gas di scarico, tramite una canalizzazione, grazie alla quale riscaldano anche l’acqua in entrata. Il suo costo di acquisto è leggermente più alto rispetto alle classiche ma il risparmio è garantito nel tempo.

Ci sono poi le caldaie a camera aperta, ideali per chi ha la possibilità di installare la caldaia esternamente, in quanto ha un “tiraggio naturale” dall’ambiente, tramite una piccola apertura frontale ed i gas nocivi sono espulsi tramite la classica canna fumaria sulla sommità. Sono modelli ben isolati contro gli agenti atmosferici e garantiscono un’ottima resa.

Infine le caldaie murali o a basamento, ove le prime sono caldaie robuste, installate su una parete interna o esterna dell'abitazione, in apposite nicchie, collegate agli impianti del gas e dell’acqua; mentre le seconde sono facili da installare perché sono poggiate a terra, per cui collegate agli impianti e alimentate con acqua e gas.

A completezza dell'argomento, da chiarire che oltre alle caldaie, è possibile optare per soluzioni alternative per il riscaldamento e la produzione di acqua calda.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto