Smart Home: una casa intelligente e con molti vantaggi

25 Settembre 2019 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

smart home articolo smart home articolo smart home articolo

Domotica, Smart Home e case intelligenti; ecco come cambia il nostro modo di vivere la casa

Da tempo si parla in maniera sempre più insistente di Smart Home e di case intelligenti. Il discorso è molto affascinante, ma anche articolato, in quanto comprende anche l’acquisto e l’utilizzo di una serie di dispositivi e accessori necessari alla trasformazione della propria abitazione.

Per parlare di Smart Home bisogna inevitabilmente parlare anche di domotica e di internet delle cose (IoT), ovvero quelle discipline che lavorano per la ricerca di soluzione tecnologiche avanzate per il miglioramento della vivibilità degli spazi, soprattutto quelli domestici. La casa è da sempre un bene primario, ma lo diventa non solamente il suo possesso, ma soprattutto la sua vivibilità.

In casa, anche coloro che lavorano tutto il giorno, si passa molto tempo e la maggior parte di quello più importante o sensibile. In casa si dorme, si trascorre il proprio tempo libero, crescono i bambini e ci si concede momenti di intimità e relax. È quindi fondamentale che la propria abitazione non siano semplicemente quattro mura all’interno delle quali collocare gli arredi.

Così come si investe molto nella scelta delle decorazioni e della valorizzazione degli spazi, è fondamentale per tantissimi aspetti (e vedremo il perché) rendere efficiente la propria casa. La moderna tecnologia mette a disposizione una serie di servizi e strumenti utili proprio a migliorare la qualità della casa. Le Smart Home rappresentano un’evoluzione del tradizionale concetto di casa; una sorta di punto di non ritorno dal quale, una volta raggiunto, non si potrà (e non si vorrà) più tornare indietro.

È quindi necessario innanzitutto comprendere cosa si intende per Smart Home e perché questo tipo di case sono considerate intelligenti. Inoltre bisogna interrogarsi sui vantaggi che questo tipo di tecnologia mette a disposizione, se sono realmente efficaci e, aspetto non secondario, se tali vantaggi sono economicamente sostenibili. L’altro aspetto fondamentale per avere una panoramica completa del fenomeno è quello relativo alla sicurezza, un elemento quanto mai fondamentale sia per la tutela della privacy che della propria autonomia e incolumità.

Case intelligenti... cosa sono?

La prima domanda da porsi è: che cos’è una casa intelligente? La risposta, in realtà, è davvero molto semplice. Per Smart Home si intende una casa dotata di un impianto di domotica che permette il controllo, anche a distanza, dei vari impianti e dispositivi presenti in casa.

Vivere in una casa intelligente significa poter azionare l’impianto di riscaldamento, aprire e chiudere porte e tapparelle, accendere e spegnere le luci, avviare l’impianto dall’allarme, visualizzare le riprese in tempo reale delle telecamere di sicurezza, gestire il funzionamento degli elettrodomestici e molto altro ancora, in qualsiasi momento dallo schermo del proprio smartphone. Questo è possibile grazie all’utilizzo di un’unità centrale e di una serie di periferiche (aggiungibili anche in un secondo momento) che comunicano tra loro tramite la rete WiFi (ma anche Bluetooth o cablata) della casa.

Questa è un po’ la sintesi dell’idea di Smart Home, ma va tenuto bene in considerazione come si tratti di un ecosistema in enorme evoluzione, dove molto potrà cambiare e in maniera molto rapida. Il cambiamento sarà a 360°, migliorando sia l’efficienza dei singoli dispositivi, che realizzando una rete che permetterà di mettere in contatto sistemi molto diversi tra loro. Il futuro del settore delle Smart Home è solo all’inizio, e molto di quello che potrebbe accadere potrebbe risultare sorprendente.

Quali sono i vantaggi di una casa intelligente?

Possiamo riassumere che i vantaggi di avere una casa intelligente sono:

  • risparmio economico;
  • aumento del valore dell’immobile;
  • versatilità;
  • personalizzazione;
  • tutela dell’ambiente;
  • miglioramento della qualità della vita;
  • maggiore sicurezza.

L’utilizzo di dispositivi per le Smart Home ha come primo effetto quello di ottenere un significativo risparmio economico. Questo si rende particolarmente evidente innanzitutto nelle bollette dell’energia che diventano molto più basse. Parallelamente c’è anche una significativa riduzione degli sprechi e, ancora, un minore inquinamento. La ragione di questi enormi vantaggi è molto semplice: il controllo da remoto.

Questo, insieme alla possibilità di programmare e gestire l’azionamento di ogni apparecchio domestico, permette di consumare meno e di ridurre il costo delle bollette. Tanto per fare un esempio: in una Smart Home sono installati termostati intelligenti e sensori di rilevamento della temperatura; questi sono in grado di comprendere le abitudini di chi vive in casa, i loro orari, le stanze che più frequentano e, ancora, la temperatura esterna.

In base a tutti questi fattori regolano l’erogazione di energia per riscaldare la casa, mantenendola sempre alla temperatura desiderata. Qualsiasi modifica o intervento può essere svolto da remoto, accedendo all’applicazione dedicata sul proprio smartphone.

Quanto appena detto, insieme a tutti gli altri vantaggi del realizzare una Smart Home, aumenta notevolmente il valore dell’immobile. Una casa tecnologicamente avanzata vale molto di più di una sprovvista di questo tipo di dispositivi. Questo valore può essere speso sia in fase di vendita o affitto dell’immobile, ma anche per generare un circolo virtuoso di benefici tesi a migliorare la qualità della propria vita.

Le case intelligenti sono tali anche perché permettono una crescita e una personalizzazione modulare. Non si tratta, infatti, di acquistare un impianto e installarlo, ma di progettarlo su misura sulle singole necessità, ma soprattutto sulla realtà edilizia sulla quale si sta operando.

Gli impianti di domotica, infatti, non richiedono installazioni invasive con interventi murari pesanti. I vari dispositivi smart possono essere aggiunti, rimossi o sostituiti in qualsiasi momento, con una grande versatilità e un enorme risparmio economico. Le esigenze, personali e della propria famiglia, cambiano in continuazione e poter contare su un sistema dinamico e versatile permette di rendere la propria abitazione sempre efficiente e in grado di rispondere alle reali necessità di chi la abita.

Le abitudini e le necessità di un genitore sono diverse da quelle di un figlio. Sia come orari che come spazi occupati ed elettrodomestici utilizzati. Una gestione delle risorse energetiche uguale per tutti produce enormi sprechi, proprio perché nessuna configurazione sarà mai perfettamente aderente alle singole necessità.

La domotica, invece, permette proprio questa personalizzazione della gestione della casa. Tutto questo è possibile perché si possono creare account separati. Ogni componente della casa può quindi accedervi e trovare la propria abitazione che risponde in maniera perfetta a quelle che sono le reali esigenze di ciascuno.

Smart Home - Le case intelligenti

Perchè rendere la nostra casa una Smart Home?

Il comfort elevato teso a migliorare la qualità della vita è sicuramente il motivo principale, insieme  a quello economico, per il quale trasformare la nostra casa in una Smart Home. Questa comodità è possibile grazie alle novità introdotte dalle tecnologia smart, che mette a disposizione di ogni utente e ogni abitazione una serie di funzioni e possibilità che fino a qualche anno fa erano inesistenti.

Una casa intelligente fa, in maniera automatica, rapida, economica e sicura, tutto quello che le viene richiesto e che solitamente dovrebbero fare le persone che vi abitano. Aprire e chiudere le tapparelle, accendere e spegnere le luci, regolare la temperatura, azionare l’allarme, eccetera; sono tutte funzioni che, quotidianamente, qualcuno deve fare, con il rischio di dimenticarsene o di affaticarsi.

La tecnologia smart gestisce in maniera automatica tutti questi comandi e li avvia in base alle esigenze. È possibile anche configurarli simultaneamente in base alle abitudini e alle necessità. Una Smart Home, ad esempio, può spegnere tutte le luci, chiudere le tapparelle e avviare l’allarme, ogni volta che si esce di casa, evitando sprechi, rischi e pericoli.

La qualità della vita non è relativa solo alla comodità di poter comandare gli impianti e i dispositivi della propria casa stando comodamente rilassati in poltrona. Essa è soprattutto legata alla qualità dell’ambiente in cui si vive. Troppo spesso  non ci si presta la dovuta attenzione, ma nelle nostre abitazioni  c’è un elevato inquinamento domestico.

Questo può essere relativo all’aria che respiriamo, alla presenza di umidità sulle pareti o a uno scarso livello di isolamento termoacustico. In tutti i casi i dispositivi di domotica permettono di monitorare e intervenire localizzando i problemi, riducendo i rischi legati alla salute. Un aspetto che non può essere considerato marginale.

C’è anche un discorso di prospettive. Oggi la domotica è, nonostante gli enormi passi in avanti compiuti, ancora considerata un optional o un “bene di lusso”. Le prospettive parlano di un futuro sempre più smart, nel quale le tecnologie saranno sempre più integrate e capaci di fornire ulteriori vantaggi, sotto tutti i punti di vista.

Questo futuro è sempre più vicino sia per la rapidità dell’evoluzione tecnologica, sia perché i principali produttori di dispositivi smart hanno invaso il mercato con una serie di soluzioni potenti ed economicamente accessibili. Questo, statistiche e previsioni alla mano, permetterà di ottimizzare sempre di più le abitazioni e portare nel giro di pochi anni ad avere un numero sempre maggiore di case intelligenti.

Tra i vantaggi per cui scegliere una casa intelligente vanno considerati anche quelli legati alla tutela dell’ambiente. La scelta di impianti e dispositivi di ultima generazione, come abbiamo visto, riducono drasticamente i consumi. Oltre ai benefici in bolletta questo significa minori emissioni, sprechi ridotti e, di conseguenza, un contributo significativo al contrasto all’inquinamento e alla salvaguardia del pianeta.

E per quanto riguarda la sicurezza: oltre ad essere intelligente è anche una casa sicura?

Partiamo dalla conclusione: sì, le Smart Home, proprio perché intelligenti, sono anche sicure. Bisogna sottolineare come maggiori potenzialità richiedono maggiori attenzioni, in quanto l’esistenza di una rete internet apre potenzialmente le porte a una serie di rischi. Sia tradizionali che nuovi. I rischi di manomissione delle porte e degli ingressi rimane tale anche in presenza di serrature intelligenti.

Queste però, a differenza di quelle solamente meccaniche, hanno il vantaggio di segnalare in tempo reale la presenza di eventuali manomissioni. Una casa intelligente è anche in grado di registrare movimenti anomali e far scattare un allarme e inviare una comunicazione direttamente sullo smartphone del proprietario di casa. Si può dire che l’aspetto della sicurezza è una delle principali e più fiorenti applicazioni della domotica.

Ci sono però rischi nuovi, che sono spesso quelli più trascurati e sono quelli legati alla cyber sicurezza e ai reati informatici. La presenza di una connessione internet, anche se domestica, è potenzialmente una porta aperta sul mondo, un posto spesso abitato da malintenzionati.

Questi, invece di essere muniti di grimaldelli, martelli e piedi di porco, dalla tastiera di un PC, in qualunque parte del mondo, possono entrare nella rete domestica, controllare i dispositivi connessi e accedere a informazioni e dati sensibili di vitale importanza. Della privacy ci si preoccupa solamente quando viene violata, ignorando il determinante discorso della prevenzione.

L’avvento di questi nuovi rischi non rende le Smart Home meno vantaggiose per la qualità della vita. L’aumento delle criticità richiede l’adozione di sistemi e accorgimenti per tutelarsi al meglio.

Nonostante il più delle volte venga considerato come un fastidio, investire e puntare sulla sicurezza (strumenti di monitoraggio e controllo degli accessi alla propria rete domestica) è quanto di più utile si possa fare per la protezione della propria privacy e quella dei propri familiari.

Le Smart Home, a differenza delle “case tradizionali” sono sì maggiormente esposte a rischi, ma hanno anche molti più mezzi e strumenti per proteggersi. E volendo pesare i pro e i contro su un’ipotetica bilancia, il piatto dei vantaggi pende in maniera inequivocabile a favore della bontà, dell’utilità e della sicurezza delle Smart Home.

Parlando di sicurezza bisogna anche considerare la capacità che la domotica ha di proteggere la casa dai “problemi interni”. I rischi per l’incolumità, ma anche per l’integrità dell’edificio in cui si abita, non derivano solamente dai malintenzionati, ma anche da problemi legati agli impianti presenti in casa.

Troppi casi di cronaca testimoniano di incendi, perdite di gas, cortocircuiti e altri incidenti che possono mettere in serio rischio anche l’incolumità delle persone. Una casa intelligente può prevedere dispositivi per il controllo costante di ogni impianto con la conseguente attivazione dell’allarme in caso di guasti e anomalie. Inoltre, nel caso si volesse realizzare un sistema completo, oltre all’allarme è possibile anche predisporre la soluzione. Ovvero dispositivi di sicurezza che si attivano (come quelli antincendio e antifiamme) quando parte il segnale di allarme.

Le case intelligenti non sono un vezzo, ma una vera e propria rivoluzione a 360°. Un cambiamento radicale che coinvolge l’aspetto tecnico e tecnologico di ogni edificio e quello finanziario e di qualità della vita di ogni famiglia.

Se sei interessato a dotare la tua casa di impianti domotici non devi fare altro che rivolgerti a ditte specializzate in questo settore all'interno del nostro portale Quotalo.it.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto