Ricoveri di sollievo: un grande aiuto per i caregiver

01 Ottobre 2019 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Soggiorni di sollievo Soggiorni di sollievo Soggiorni di sollievo

L’assistenza degli anziani disabili è un problema importante, soprattutto per le famiglie moderne che non hanno il tempo, gli spazi, le risorse e le competenze per poterli assistere in maniera adeguata.

Per questo è importante parlare e conoscere dei ricoveri di sollievo per disabili, lei strutture che svolgono proprio la funzione di assistere i caregiver, ovvero tutti i familiari che assistono un loro parente non più autosufficiente. Poter garantire a queste persone un’assistenza adeguata alle loro reali e specifiche esigenze, sollevando il congiunto, i figli e gli altri familiari da un onere superiore alle loro capacità (fisiche e psicologiche) è un servizio di enorme utilità sociale.

È fondamentale sottolineare, per evitare sensi di colpa e conseguenze a volte drammatiche, come la scelta di rivolgersi a dei ricoveri di sollievo temporanei non è un modo di abbandonare gli anziani presso qualche struttura sanitaria o ospizio. Il ricovero di sollievo temporaneo è invece una realtà attraverso la quale gestire al meglio una situazione di emergenza.

Cosa sono e come funzionano i ricoveri di sollievo?

La definizione di ricovero di sollievo temporaneo è quella di una struttura presso la quale sistemare, per un periodo limitato di tempo e per ragioni oggettive, un proprio familiare non autosufficiente. Per sistemazioni a lungo termine e definitive ci sono altre realtà verso le quali rivolgersi. Il soggiorno di sollievo temporaneo è una sistemazione per tutte quelle persone anziane che gravano in maniera eccessiva su un loro familiare. La presenza in questo tipo di strutture è limitata nel tempo e può anche essere programmata.

I ricoveri di sollievo temporanei sono spesso utilizzati per rispondere a emergenze o situazioni critiche verso le quali le normali sistemazioni per gli anziani non sarebbero in grado di assicurare una soluzione così efficace. La durata del ricovero in un soggiorno di sollievo può variare in base alle circostanze. Può infatti essere legata alle necessità di ogni anziano, ma anche a quelle dei suoi familiari. Ogni comune e ogni struttura può definire la durata massima del soggiorno, anche in base al tipo di accordo con le amministrazioni locali.

Questi ricoveri sono finalizzati ad assicurare innanzitutto un trattamento sanitario e assistenziale competente agli anziani qualora il caregiver non sia in grado (per motivi fisici, temporali, domestici, eccetera) di garantirglielo. Ma questo tipo di ricovero serve anche ai familiari stessi per prendersi una pausa da un impegno certamente gravoso per le loro singole forze e, parallelamente, provvedere a individuare una soluzione definitiva migliore e più efficace.

Durante il ricovero presso un soggiorno di sollievo temporaneo a ogni anziano viene garantita l’assistenza di base, quella medica, infermieristica e farmaceutica. Per ogni centro e struttura i familiari devono verificare quali sono gli obblighi che devono rispettare (anche nella fornitura di farmaci, presidi, eccetera) in comune accordo con la struttura che ospita il proprio anziano.

Come poter accedere al ricovero di sollievo?

L’accesso ai soggiorni di sollievo temporanei devono avvenire tramite richiesta esplicita formulata dagli assistenti sociali del comune o dal medico di base. Proprio per la sua natura straordinaria e finalizzata alla gestione di un’emergenza temporanea, questo tipo di servizio viene erogato esclusivamente a fronte di una segnalazione esterna proveniente da figure professionali competenti.

Una volta individuata la struttura e definito il periodo di ricovero è importante anche verificare il costo del soggiorno di sollievo temporaneo. In molti casi esistono convenzioni e contributi destinati agli anziani e alle famiglie con maggiori difficoltà economiche. È bene anche ricordare che, a seguito del ricevimento della domanda di ricovero, la direzione sanitaria del soggiorno di sollievo ha il dovere e la facoltà di verificare i documenti e stabilire, in maniera insindacabile, se accettare o meno il ricovero richiesto.

Ricoveri di sollievo per anziani

Perchè rappresentano un grande aiuto per i caregiver?

Come abbiamo avuto modo di anticipare, i soggiorni di sollievo temporanei hanno l’obiettivo di tamponare un’emergenza. Già questa è una grande opportunità che viene fornita innanzitutto agli anziani, ma parallelamente anche ai caregiver. Le famiglie, infatti, vivono spesso come un peso lacerante il dover assistere i propri anziani, specie quando diventano autosufficienti e non si riesce a garantire la loro incolumità.

I soggiorni di sollievo temporanei possono essere attivati per ragioni straordinarie non programmabili, ma non solo. Queste strutture, infatti, ospitano gli anziani anche per periodi di tempo prestabiliti (come possono essere i mesi estivi), ma anche a seguito di dimissioni da strutture ospedaliere dopo un intervento per il quale l’anziano ha bisogno di soggiornare in una struttura adeguata e seguito da personale medico specializzato.

I caregiver hanno un compito delicatissimo, articolato e complesso che troppo spesso non è in grado di gestire autonomamente. La malattia di una persona anziana può avere un decorso molto lungo e tale condizione assistenziale può protrarsi per molti anni. Il caregiver, quindi, nella sua grande disponibilità e dedizione nel prendersi cura del familiare in difficoltà, non deve rinunciare a vivere la sua vita. Essa, negli impegni di lavoro e in quelli personali, deve essere tutelata. Chi si prende cura degli anziani può aver bisogno di un periodo di pausa, propedeutico a permettergli di riposarsi e di recuperare le energie fisiche e mentali necessarie per assistere pienamente il proprio familiare.

L’assistenza delle persone anziane, infatti, non richiede solamente la somministrazione di farmaci a determinati orari del giorno. C’è bisogno di un monitoraggio costante (specie nei casi in cui l’anziano ha problemi di demenza), del sostegno psicologico e di un accompagnamento tale che eviti all’anziano di cadere in depressione. È però fondamentale che il caragiver non venga schiacciato dal peso (enorme) di questo compito e che la sua vita non venga annullata nell’impresa (spesso titanica) di assistere un familiare anziano e in difficoltà. Per questo motivo esistono i soggiorni di sollievo temporanei e per queste ragioni si tratta di realtà preziose anche e soprattutto per i caragiver.

Grazie a Quotalo è possibile trovare i vari ricoveri di sollievo temporanei che sono presenti nella propria zona di residenza. In questo modo si potranno verificare i servizi offerti e contattare le strutture per informarsi sulle procedure per richiedere l’accesso per il proprio familiare.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto