Pulizia dei pannelli fotovoltaici: i motivi per cui lasciarli sporchi può compromettere il buon funzionamento di tutto l'impianto

02 Marzo 2022 - Redazione

Vota

Voto 5 su 3 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto principale per articolo quando pulire un impianto fotovoltaico foto principale per articolo quando pulire un impianto fotovoltaico foto principale per articolo quando pulire un impianto fotovoltaico

Perché è importante tenere puliti i pannelli fotovoltaici e come: consigli sul fai da te o quando è il caso di rivolgersi a ditte specializzate

Quando si parla di efficienza degli impianti fotovoltaici non bisogna pensare esclusivamente alla potenza, ai kW, al numero di pannelli e alla tecnologia, ma anche alla loro pulizia. Sì, la pulizia pannelli fotovoltaici è un’attività di manutenzione periodica che deve essere svolta con attenzione e attraverso professionisti specializzati, in modo da assicurare sempre la massima capacità produttiva dell’impianto, sia esso domestico, commerciale o industriale.

   

Perché è importante pulire i pannelli fotovoltaici

Come anticipato la pulizia pannelli fotovoltaici è indispensabile a mantenere l’efficienza dell’impianto. Questa rischia di diminuire a causa della pioggia e delle sostanze acide in essa presenti, ma anche foglie secche, eventuali impurità portate dal vento, così come i rifiuti organici prodotti dagli uccelli, contribuiscono a sporcare i pannelli e a richiederne la pulizia.

A contribuire a sporcare i pannelli di un impianto fotovoltaico sono anche la sabbia e la resina (specialmente nelle abitazioni vicino al mare), gli scarichi industriali delle aziende limitrofe, i fumi di un camino, ma anche tutta la polvere, i detriti e la sporcizia quotidianamente trasportata dal vento.

Studi e ricerche condotti in materia hanno infatti dimostrato come l’assenza della manutenzione ordinaria riduca del 15-30% l’efficienza dell’impianto stesso. Ma non solo. Come per tutti i dispositivi e gli impianti, anche quelli fotovoltaici subiscono un maggior deterioramento tale da influire sulla loro durata. La mancata pulizia pannelli fotovoltaici, quindi, comporta una perdita del valore dell’impianto e un maggior rischio di guasti con conseguente necessità di sostituire pezzi o effettuare riparazioni che hanno un costo nettamente maggiore (anche in termini di riduzione o assenza di funzionamento dei pannelli) rispetto a quello che avrebbe avuto la pulizia dei pannelli.

   

Come pulire i pannelli fotovoltaici fai da te?

La pulizia dei pannelli fotovoltaici è un’attività articolata perché non si tratta del lavaggio di una superficie qualsiasi. Per quanto resistenti i pannelli fotovoltaici sono dispositivi delicati che devono essere trattati adeguatamente, utilizzando strumenti specifici.

Va poi considerato che spesso i pannelli degli impianti fotovoltaici sono collocati in posizioni scomode e inaccessibili senza l’adeguata attrezzatura e si tratta di un intervento da fare in totale sicurezza. Ecco perché conviene rivolgersi a delle ditte specializzate. I professionisti, infatti, si avvalgono di spazzole capaci non tanto di rimuovere lo sporco, ma soprattutto di aspirarlo e catturarlo, evitando di disperderlo nell’ambiente, farlo cadere o solamente spostarlo verso altri punti dell’impianto o della casa.

Generalmente la pulizia pannelli fotovoltaici avviene tramite spazzole a pressione e depressione che, insieme all’acqua calda e ai detergenti utilizzati, riescono a pulire in profondità tutta la superficie. Parliamo quindi di un intervento ecologico, sicuro e affidabile. Inoltre un professionista durante la manutenzione ordinaria si occuperò anche di visionare l’integrità dei componenti dell’impianto ed effettuare un controllo delle principali funzionalità dello stesso in modo da individuare eventuali anomalie o criticità.

In alternativa si può anche valutare (specialmente per i pannelli posti a terra o su una superficie piana) la pulizia fai da te. Può essere svolta utilizzando anche la classica idropulitrice e detergenti specifici. C’è chi consiglia anche il tradizionale sapone per la cucina o un’alternativa biodegradabile. In questi casi è importante non solo pulire i pannelli, ma anche risciacquarli attentamente prestando attenzione a tutti i componenti coinvolti.

Chiaramente una manutenzione fai da te ha costi molto bassi utilizzando sapone, acqua e la corrente per alimentare l’idropulitrice. Ma, come abbiamo visto, è una scelta meno vantaggiosa e più rischiosa rispetto a una pulizia professionale. Questa ha costi che variano non solo in riferimento alle dimensioni dell’impianto e quindi alla superficie da pulire, ma anche alla loro collocazione e, quindi, all’eventuale impiego di bracci meccanici, sollevatori e altri strumenti.

Per gli impianti con una potenza minore, ovvero quelli tra 1kWp a 20kWp il prezzo si aggira tra i 100€ e i 200€, mentre con quelli di potenza maggiore la pulizia dei pannelli fotovoltaici può arrivare anche a 300€. Molto dipende anche dal tipo di servizio offerto.

Impianto fotovoltaico
Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

   

Come rimuovere la neve dai pannelli fotovoltaici?

Nelle case di montagna o in quelle nelle quali si verificano abbondanti nevicate c’è anche questo problema da affrontare. Lo strato di neve che si accumula sui pannelli di fatto ne blocca il funzionamento, impedendo l’irraggiamento solare alla base della produzione di energia. Anche in questo caso il ricorso a dei professionisti è da preferire, essendo alti i rischi di un intervento fai da te.

In maniera amatoriale si può procedere utilizzando una spatola o un apposito rastrello da tetto, avendo cura a dove cade la neve e a non graffiare la superficie dei pannelli. Un’alternativa può essere quella di utilizzare un tubo per soffiare aria calda sullo strato di neve, ma potrebbe essere un’operazione lunga e laboriosa.

È assolutamente da evitare di provare a far sciogliere la neve con l’acqua in quanto con le basse temperature rischierebbe solamente di ghiacciarsi e peggiorare la situazione.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

   

Ogni quanto occorre procedere con la pulizia dei pannelli?

La frequenza della pulizia pannelli fotovoltaici dipende innanzitutto dalla zona dove ci si trova e, quindi, dalle condizioni che li sporcano. Generalmente si consiglia due interventi l’anno, uno in primavera e uno in autunno. Parallelamente ogni volta che si registra una riduzione dell’efficienza dell’impianto è fondamentale effettuare un controllo e valutare il ricorso a una pulizia più frequente.

   

Pulizia dei pannelli fotovoltaici industriali

Ancor più che per quanto detto per gli impianti domestici e residenziali vale per gli impianti fotovoltaici industriali. Questi sono spesso di grandi dimensioni, distribuiti su superfici molto ampie e posti in luoghi non facilmente accessibili. Ecco perché la pulizia dei pannelli fotovoltaici è da affidare esclusivamente ad aziende specializzate in grado di assicurare la corretta manutenzione ordinaria id ogni componente dell’impianto.

pulizia dei pannelli industriali

   

Rivolgersi alle ditte specializzate per la pulizia dei pannelli?

Le ditte specializzate sono la soluzione migliore per la pulizia dei pannelli degli impianti fotovoltaici. Queste possono essere contattate all’occorrenza oppure, ed è una scelta molto più vantaggiosa (non solo in termini economici) sottoscrivere un pacchetto di pulizia annua con i (numerosi) produttori che, in cambio di un canone aggiuntivo, offrono anche un’estensione di garanzia da 25 a 35 anni per i pannelli e 10 anni per l’inverter.

Per sapere nel dettaglio quanto costa pulire un impianto fotovoltaico potete utilizzare questo form, che vi permetterà di ottenere fino a 3 preventivi gratuiti e immediati da  professionisti della vostra zona.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto