Pavimenti gres porcellanato effetto legno

01 Luglio 2015 - Redazione

Vota

Voto 4 su 3 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

foto articolo gres porcellanato effetto legno foto articolo gres porcellanato effetto legno foto articolo gres porcellanato effetto legno

I pavimenti in gres porcellanato con effetto legno, negli ultimi anni stanno sempre più riscuotendo successo, grazie al loro effetto “eterno”, ma quali caratteristiche hanno e in che ambienti possono essere posati?
Grazie alle loro meravigliose caratteristiche estetiche ed alle loro caratteristiche quanto a durata e resistenza, dopo i lunghi anni di successo del parquet infatti, ora sono entrate nel mercato le piastrelle in gres porcellanato effetto legno, con una vera e propria moda che è letteralmente esplosa a dispetto di qualsiasi possibile previsione degli interior designer.

Come dal loro nome infatti i pavimenti in “grès” sono pavimenti in ceramica di eccezionale resistenza, che come dal termine “porcellanato” sono realizzati in fine eleganza, grazie anche al  caolino, un'argilla bianca, usata anche per la produzione di oggetti in porcellana.

Una resistenza frutto di un processo di cottura che a seconda della temperatura e del tempo, consente di realizzare piastrelle con differenti caratteristiche quanto a porosità e finitura superficiale, con una continuità di materiale nella sua composizione, che quanto al gres porcellanato vede la presenza di un ulteriore strato di smaltatura, che impreziosisce la resa della piastrella.
Piastrelle, che tra le caratteristiche tecniche, ai fini dell'ottenimento dell'abitabilità/agibilità, vedono peraltro un grado di scivolamento della superficie ceramica, valutato con un coefficiente tra R9 e R13, ove R13 è il valore indicato per i pavimentazioni industriali. Inoltre sono da registrarsi anche alti valori quanto alla resistenza a flessione e ad abrasione.

Un materiale quindi particolarmente versatile e dai molteplici effetti, con
diverse possibili finiture superficiali e con taglio della piastrella in gres porcellanato: naturale, lappata - tramite specifiche spazzole abrasive che ne diminuiscono la ruvidità -, oppure levigata lucida o satinata, per un prodotto omogeneo.
E diverse sono anche le tipologie di bordi della piastrella in gres porcellanato, che possono essere: naturale, rettificato monocalibro con bordo perfettamente rettilineo, oppure anticato a bordo irregolare rustico con fuga di almeno 4 mm.
Da considerare infine il calibro, ossia lo spessore del materiali e il tono, vale a dire l'omogeneità di colore prima del confezionamento.
Da chiarire infine, che al momento della posa del pavimento, sarebbe opportuno abbinarlo dello stesso colore dello smalto del gres porcellanato effetto legno.
Piastrelle in gres, che oggi come oggi, nei cataloghi dei prodotti dei produttore di ceramica, vedono almeno 4 -5 scelte per le imitazioni di finto legno in gres porcellanato, per soddisfare i gusti dei clienti.

Una storia quella delle piastrelle in gres porcellanato, che dopo le prime produzioni in formato medio di 15x60, è arrivata oggi, con piastrelle di 20x120 in finto legno, che sono a dir poco semplicemente bellissime!
Nei toni dal grigio al nero, e dal bianco al tortora, le nuove piastrelle in gres porcellanato, sono frutto della nuova tecnologia, che consente di imitare nei minimi particolari le venature del legno, con una precisione a dir poco chirurgica, sia quanto all'aspetto, che nelle sensazioni tattili, al pari del vero legno.

Caratteristiche visive uniche e di pregio, dei più pregiati parquet naturali, alle quali sono combinate le qualità tecniche del gres porcellanato, che oltre che belli, rende questi pavimenti superiori quanto a forza e resistenza, all'abrasione profonda, all'acqua, al calore, ed agli agenti chimici.
Le ultime proposte sul mercato, propongono una finitura a "taglio sega" oppure con una struttura "piallata", per soluzioni che danno vita a situazioni sempre più ricche e suggestive, adatte praticamente per ogni ambiente, per dare vita ad ambienti caldi e avvolgenti, con immensa gioia di alberi e foreste!
Inoltre, proprio in merito al taglio, l’esperto sa che sarà necessario ordinare un quantitativo maggiore di listelli, perché alcuni andranno sagomati, altri potrebbero rompersi e altri ancora risultare difettosi: generalmente andrà ordinato il 10% in più dei listelli che servirebbero effettivamente per il lavoro. 
La collocazione del pavimento in gres porcellanato effetto legno
I "porcellanatati” si caratterizzano per una bassa percentuale di assorbimento dell’acqua, che li rende quasi completamente idrorepellenti, e dunque adatti anche ad una posa in quegli ambienti interni come la cucina e il bagno dove solitamente si stenta invece ad applicare il parquet: addirittura alcuni arredatori proseguono il  anche nella doccia, ovviando così all’utilizzo del piatto, attraverso un opportuno sistema inclinato per lo scolo dell'acqua. Ma tutte le straordinarie caratteristiche funzionali di questo materiale lo rendono idoneo anche ad applicazioni esterne: BioPietra, ad esempio, propone la linea Pietraviva Gres: antiscivolo, resistente a usura e salsedine, impermeabile a macchie e odori, facile da posare, poco spessa, ecologica e naturale, oltre che semplice da pulire, e quindi adeguata anche a giardini, terrazzi e bordi piscine.
Differenze fra un pavimento in ceramica e un pavimento in gres porcellanato effetto legno
Sebbene il gres derivi, come detto, da argille ceramiche, la cottura e la pressatura differenziano notevolmente i due prodotti: il gres porcellanato si caratterizza per una colorazione omogenea, la ceramica invece presenta toni differenti tra il cuore e la superficie; la ceramica una volta cotta è dura ma soggetta a rotture e scheggiature, il gres porcellanato è estremamente resistente (la qual cosa è tanto positiva quanto negativa, e ce ne accorgeremo ad esempio quando avremo bisogno di forare una piastrella, cosa impensabile senza una punta di diamante); la durevolezza nel tempo della ceramica, per gli stessi motivi, è inferiore rispetto a quella del gres porcellanato; la ceramica non può essere rettificata (cioè sottoposta ad un procedimento attraverso il quale i bordi delle piastrelle vengono perfettamente squadrati per creare un effetto “pietra naturale”), il gres porcellanato consente invece questa possibilità, per cui lo si può posare senza fughe, creando una superfice continua, assai indicata per ambienti moderni e contemporanei.

Prezzo del pavimento in gres porcellanato effetto legno
Partendo dal presupposto che si tratta di un prodotto più abbordabile del parquet in legno originale, i prezzi vanno da 35 euro al metro quadro per un pavimento in gres porcellanato effetto legno di buona qualità fino a 50 e oltre.
A determinare i costi sono la tipologia di gres, il marchio e particolari caratteristiche, design e/o colorazioni, così come le dimensioni (a parità di quantità, listelle di grandezze diverse incideranno maggiormente sul preventivo finale rispetto a pezzi di uguale metratura).

La posa del pavimento in gres porcellanato effetto legno
La posa fai-da-te- di un pavimento in gres porcellanato effetto legno è consigliata solo nel caso in cui si abbiano già diverse esperienze simili alle spalle, e nel momento in cui si siano progettate e pianificate tutte le vari fasi.
In caso contrario, meglio rivolgersi ad un posatore esperto visto che, per garantirsi un lavoro perfetto, sarà necessario decidere la tecnica di posa (regolare, a incastro, a spina di pesce, di grandezze diverse, con riproduzione di figure geometriche), capire quanti listelli ordinare, utilizzare strumenti adatti per il taglio del gres, etc.  

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto