Impianto fotovoltaico integrato: cos'è, tipologie e perché se ne parla

28 Marzo 2022 - Redazione

Vota

Voto 3 su 2 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Impianto fotovoltaico integrato articolo Impianto fotovoltaico integrato articolo Impianto fotovoltaico integrato articolo

Quando il fotovoltaico nasce con il progetto dell’edificio; ecco tutte le caratteristiche del cosiddetto impianto fotovoltaico integrato

Nella maggior parte dei casi i pannelli fotovoltaici vengono aggiunti successivamente alla costruzione degli edifici, per poterne migliorare l’efficienza energetica. Negli ultimi anni si va diffondendo sempre più il cosiddetto impianto fotovoltaico integrato, una particolare tipologia che merita di essere conosciuta.

 

 

Cosa sono gli impianti fotovoltaici integrati e cosa si intende per integrazione architettonica?

Con l’espressione impianto fotovoltaico integrato si intende proprio quei sistemi solari che vengono sviluppati contestualmente con la costruzione dell’edificio. Essi, quindi, sono previsti già dal progetto iniziale per cui l’edificio è costruito prevedendo la presenza non solo dei pannelli dal punto di vista del loro ingombro ma proprio come tecnologia per alimentare quella struttura.

La particolarità dell’impianto fotovoltaico integrato non è solo quella cronologica di quando viene pensato, ma soprattutto quella per cui i pannelli vanno a sostituire una parte strutturale dell’edificio. Non solo i tetti, ma anche le facciate, le vetrate e qualsiasi altro elemento utile si possa prestare non tanto a ospitare ma a essere trasformato in un pannello fotovoltaico.

Questo tipo di impianto è quello che costituisce una facciata continua composta dai moduli fotovoltaici (che possono essere trasparenti o semitrasparenti) e una pellicola di polivinile di butirrale che ha lo scopo protettivo di raccogliere i frammenti di vetro qualora si dovessero rompere.

Caratteristiche impianto fotovoltaico integrato  

Tipologie impianti fotovoltaici integrati

Gli impianti fotovoltaici integrati si differenziano tra loro per il livello di integrazione tra l’impianto stesso e le superfici degli edifici. Per questo si parla di impianti non integrati, parzialmente integrati o integrati. Nel primo caso l’impianto non è integrato ma ancorato alle superfici dell’edificio. Il fissaggio avviene tramite l’utilizzo di appositi supporti e strumenti di ancoraggio.

 

Parzialmente integrato

Nel caso di un impianto fotovoltaico parzialmente integrato i moduli vengono fissati al tetto tramite staffe con una ridotta sporgenza la cui differenza è appena percettibile. Questa è una realtà che non modifica la struttura dell’edificio e rappresenta una via di mezzo tra gli impianti non integrati e quelli integrati.

 

Integrato

La massima integrazione si ha quando i moduli fotovoltaici sostituiscono, come detto, l’elemento strutturale dell’edificio svolgendo quindi una duplice funzione. Da una parte, ovviamente, la produzione di energia elettrica, ma dall’altra anche la protezione dell’edificio dagli agenti atmosferici, come avrebbe fatto l’elemento strutturale sostituito.

 

Impianti fotovoltaici integrati nel tetto (prima del progetto e dopo il progetto)

La soluzione più diffusa (soprattutto per la sua collocazione che garantisce una maggiore e migliore esposizione ai raggi solari) è quella proposta dagli impianti fotovoltaici integrati. Quelli integrati nel tetto come da progetto si distinguono in base al tipo di integrazione architettonica possibile. È possibile trovare moduli rigidi senza cornice, tegole specifiche e laminati flessibili.

Nel primo caso i vetri fotovoltaici mono o policristallini sono trasparenti o semitrasparenti e sono indicati su finestre o lucernari. Le tegole fotovoltaiche sono una soluzione tecnologicamente avanzata per la quale il modulo fotovoltaico è inserito all’interno della tegola o tra una tegola e l’altra. Infine i laminati flessibili sono quelli che si applicano nei tetti curvi. L’impianto fotovoltaico integrato sul tetto dopo il progetto è quello che viene adattato all’edificio.

 

Impianti fotovoltaici integrati nella facciata

Un’altra particolare tipologia di impianto fotovoltaico integrato è quella che sostituisce la facciata dell’edificio. È una soluzione architettonicamente molto intrigante e impegnative. In questo caso sia le vetrate che le finestre dell’edificio vengono completamente sostituite dal modulo fotovoltaico. Per questo tipo di impianto possono essere utilizzati sia moduli solari monocristallino trasparenti che moduli semitrasparenti microperforati amorfi, ma anche moduli flessibili in film sottile su substrato metallico, celle solari colorate e rivestimenti opachi.

impianto fotovoltaico integrato nella facciata

 

Impianto fotovoltaico integrato con caratteristiche innovative

L’impianto fotovoltaico integrato è di per sé una grande evoluzione tecnica che prevede l’utilizzo di diverse tecnologie. Questo consente di ottenere impianti di grande efficacia tecnica e dalle grandi potenzialità architettoniche ed estetiche, tanto che spesso questi impianti possono essere installati anche in contesti sottoposti a vincoli urbanistici e paesaggistici.

Tra questa tipologia di impianti di ultima generazione dotate di caratteristiche innovative troviamo quelli Vetro-Vetro, quelli a pavimento e quelli integrati nelle tegole. Gli impianti fotovoltaici integrati Vetro-Vetro sono quelli utilizzati per vetrate, facciate e verande caratterizzati dalla capacità di far passare la luce e allo stesso tempo catturarla per trasformarla in energia elettrica.

Un’alternativa molto intrigante è quella data dai pavimenti fotovoltaici per cui il modulo può essere installato su tetti, verande e terrazze ed essere calpestato senza ridurne le prestazioni. Questi impianti sono realizzati con uno strato sottile di vetro laminato integrato sulla ceramica che assicura una straordinaria resistenza.

Infine le tegole fotovoltaiche. Queste sono tegole apparentemente simili a quelle tradizionali ma la cui struttura prevede il modulo solare integrato. Questa soluzione è la migliore per tutti quegli edifici sottoposti a vincoli paesaggistici.

 

Perché si è iniziato a parlare di fotovoltaico integrato?

L’esigenza di progettare e sviluppare impianti fotovoltaici integrati nasce da diversi fenomeni. Innanzitutto la ricerca costante di un settore in costante evoluzione che accoglie tutte le migliorie tecniche e tecnologiche possibili. L’altra forte spinta nello sviluppo di questi impianti arriva dalla sempre maggiore necessità di sfruttare il più possibile le energie rinnovabili e in modo particolare l’energia solare. Questo anche integrando soluzioni architettonicamente valide e capaci di garantire l’efficienza necessaria per assicurare agli edifici, sia pubblici che privati, il giusto apporto di energia.

 

Richiedi un preventivo per il tuo impianto fotovoltaico

Sei interessato a un impianto fotovoltaico magari di tipo integrato? Rivolgiti a dei professionisti specializzati utilizzando il nostro servizio di ricerca che ti permette di metterti in contatto con i migliori della tua zona. Dopo una consulenza e un sopralluogo sapranno suggerire e indicare il tipo di impianto fotovoltaico più adatto ed efficiente per la tua casa e consentirti in breve tempo di risparmiare sulle bollette sfruttando i vantaggi dell’energia solare.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto