Autorizzazione unica fotovoltaico (AU): cos'è, quando serve e come si richiede

28 Marzo 2022 - Redazione

Vota

Voto 5 su 2 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Autorizzazione unica fotovoltaico articolo Autorizzazione unica fotovoltaico articolo Autorizzazione unica fotovoltaico articolo

Facciamo chiarezza su quali sono i documenti e i permessi necessari per ottenere l’autorizzazione unica fotovoltaico

Molti pensano che installare un impianto fotovoltaico sia semplice e che sia sufficiente decidere la potenza, fissare i pannelli sul tetto e collegarli alla rete elettrica. Oltre a tutte le specifiche tecniche che sono più complesse di questa semplificazione bisogna considerare tutto l’aspetto normativo e burocratico da rispettare. Parliamo innanzitutto della cosiddetta autorizzazione unica fotovoltaico.

 

 

Autorizzazione unica fotovoltaico: come fare

L’autorizzazione unica fotovoltaico (AU) è un provvedimento introdotto dal Decreto Legislativo 387/2003 (articolo 12) per poter procedere all’installazione di un impianto fotovoltaico che utilizzi fonti di energia rinnovabili (FER) sopra i 20Kw di potenza. È bene precisare che la competenza dell’Autorizzazione Unica è delle regioni, motivo per cui è a esse che va fatto riferimento in quanto è possibile che siano previste delle specifiche ulteriori.

L’autorizzazione unica fotovoltaico ha una durata di 90 giorni al netto di tempi che possono, laddove richiesto, essere necessari per la VIA, la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale. Questo documento è il titolo necessario per l’installazione di qualsiasi impianto fotovoltaico.

 

Cos’è l’autorizzazione unica ambientale (AUA)?

Una particolare forma di autorizzazione è la cosiddetta AUA, ovvero l’autorizzazione unica ambientale. Si tratta di una specifica forma di autorizzazione impianto fotovoltaico, rilasciata dal SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) rivolta a tutti gli impianti non soggetti all’AIA, ovvero all’Autorizzazione Integrata Ambientale. L’autorizzazione unica ambientale ha una validità di 15 anni e sostituisce tutti gli altri titoli.

Questa autorizzazione mira a verificare che l’impianto fotovoltaico non abbia impatti negativi sull’ambiente. L’AUA va presentata allo scadere del primo titolo abilitativo che questa autorizzazione sostituisce e nel caso di rinnovo o aggiornamento di uno di quelli ottenuti al momento della prima installazione.

 

Che documenti servono per autorizzare il fotovoltaico?

Per ottenere l’Autorizzazione Unica fotovoltaico sono necessari diversi documenti. Nello specifico la Comunicazione in Edilizia Libera (CEL), la Procedura Abilitativa Semplificata (PAS) e il documento per l’Autorizzazione Unica da compilare e al quale contestualmente allegare gli altri due documenti.

La CEL è un adempimento che semplifica l’iter autorizzativo ed è una comunicazione preventiva per quel tipo di impianti che rientrano nella cosiddetta edilizia libera. Questa comunicazione deve contenere una relazione dettagliata del progetto firmata da un tecnico abilitato. Una volta prodotto questo documento si possono iniziare i lavori senza attendere altro tempo. Tutti i documenti vanno presentati al comune di appartenenza

Documenti autorizzazione unica fotovoltaico  

Cos'è la PAS?

Per quel che riguarda la Procedura Abilitativa Semplificata (PAS), si tratta di un documento che sostituisce la DIA (Denuncia di Inizio Attività) e si riferisce a quegli impianti con una potenza inferiore a quanto previsto per la autorizzazione unica fotovoltaico.

 

Quando il fotovoltaico è soggetto a PAS?

Questa procedura si rende necessaria quando i pannelli fotovoltaici installati hanno una superficie minore di quella del tetto. Inoltre è prevista per tutti gli impianti con una potenza inferiore ai 20Kw.

 

Cosa prevede la PAS?

Per presentare la PAS è necessario avere una relazione tecnica dettagliata firmata da un professionista abilitato, la copia del progetto che attesti la conformità dell’impianto al regolamento edilizio e agli strumenti urbanistici, il preventivo (accettato e controfirmato) dell’Enel per l’allaccio alla rete e il certificato di collaudo per mettere in funzione l’impianto.

 

E il modello unico per il fotovoltaico: quando vi si può ricorrere?

Per semplificare ulteriormente la procedura per l’ottenimento dell’autorizzazione all’installazione dell’impianto fotovoltaico è stato previsto il cosiddetto modello unico. Si tratta di una procedura rivolta esclusivamente a quegli impianti che non necessitano di un atto amministrativo che ne consenta l’installazione. Questo significa che il modello unico non sostituisce né la comunicazione di inizio lavori né il permesso di costruire né tutti quei documenti per gli edifici soggetti a vincoli paesaggistici o urbanistici.

Nello specifico il modello unico si rivolge solamente a quegli impianti che andranno realizzati presso realtà già dotate di punti di prelievo in bassa tensione, con una potenza non superiore a quella disponibile in prelievo, con una potenza nominale superiore a 20Kw, non essere presenti altri impianti di produzione nello stesso punti di prelievo, essere installati in maniera integrata o aderente al tetto (tetti fotovoltaici) e prevedere la richiesta contestuale dell’opzione dello scambio sul posto.

 

Installazione fotovoltaico senza stress?

La panoramica delle autorizzazioni, dei documenti e dei permessi necessari può rappresentare un ostacolo per l’utente privato che per la prima volta si approccia a questo tipo di realtà e non conosce i canali cui rivolgersi. Anche per questo risulta fondamentale il ricorso a ditte e professionisti specializzati che possono garantire una gestione della pratica sicura, rapida e priva di preoccupazioni per l’utente finale.

Contatta i migliori professionisti della tua zona sottoponendo la tua realtà a una valutazione preventiva per comprendere qual è la documentazione è necessaria e gestirla in maniera lineare e nel rispetto delle normative di legge. In modo da avere un impianto operativo ed efficiente nel minor tempo possibile.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto