Che tipologie di camper esistono sul mercato: le caratteristiche, i pregi e i difetti dei prodotti disponibili

23 Dicembre 2015 - Redazione

Vota

Voto 4 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Foto articolo tipologie camper mercato Foto articolo tipologie camper mercato Foto articolo tipologie camper mercato

Si, viaggiare, evitando le buche più dure… ed evitando possibilmente anche scelte sbagliate riguardo ai mezzi coi quali viaggiare.
Proviamo a fare chiarezza su quali tipologie di camper esistono sul mercato
 
Il camper rientra nella più generale categoria degli autocaravan (cioè, i veicoli motorizzati attrezzati per il trasporto e l'alloggio delle persone), insieme ai mansardati, ai semintegrali, e agli integrali (o motorhome).
 
Se hai a disposizione brevi week end, e quindi potrai spostarti solo rapidamente e a breve percorrenza, il camper (puro) è il veicolo adatto alle tue esigenze. Si tratta di un abitabile allestito nella scocca stessa del furgone, senza modificarne la struttura originale, ma soltanto coibentandola (il ché, tra l’altro, garantisce un’ottima sicurezza degli occupanti, minori spese in caso di incidente, e un azzeramento dei costi per i tagliandi sull'impermeabilità della cellula). È ideale soprattutto per coppie, o famiglie di non più di 4 componenti; è facile da guidare per misure e stabilità; non dà problemi di infiltrazioni; garantisce minori consumi; tuttavia non si distingue per lo spazio dedicato a bagagli e vestiti.

La seconda tipologia di camper sul mercato è il camper con tetto sollevabile. Numerosi sono i vantaggi che garantisce: minimo ingombro, facilità nella guida e nel parcheggio, ampio bagagliaio. È un veicolo ideale per le esigenze quotidiane della famiglia (anche perché costa poco più di una monovolume ma ha una gestione e consumi minori e una velocità maggiore), ma molto meno per un viaggio, giacché raramente è dotato di bagno ed è poco coibentato per l'inverno.

I camper mansardati (così chiamati per la presenza di un prolungamento sulla cabina di guida, dove è allocato un letto matrimoniale) sono il terzo esempio di camper sul mercato: realizzati applicando un abitacolo prefabbricato su una meccanica di base, sono spesso accessoriati con una serie di comfort come il frigo, il forno, la doccia, ecc. Dunque, la spaziosità e la componentistica costituiscono i punti di forza di questi modelli (che possono ospitare fino a 7 persone), ma anche i punti deboli, che si traducono in minore stabilità e velocità e in maggiore consumo e ingombro.

Strutturalmente uguali ai precedenti, ma senza mansarda, sono i veicoli che rientrano nella successiva tipologia di camper che esiste sul mercato: quella dei semintegrali. Anche in questo caso, il vantaggio e lo svantaggio coincidono, visto che l’assenza della mansarda si traduce in maggiore aerodinamicità e costi di acquisto e gestione minori, ma anche in spazio ridotto (non più di 4 posti letto).

Se invece hai un budget piuttosto consistente, potresti pensare ai segmenti alti della fascia, cioè i monoscocca in vetroresina, che si distinguono da tutti gli altri modelli in quanto la cellula è realizzata da uno stampo unico di vetroresina. Questo migliora sensibilmente la coibentazione, la resistenza agli urti, l’impermeabilità all’acqua, e quindi diminuisce di converso i costi di manutenzione, il grado di usura e la svalutazione. Oppure potresti optare per un motorhome, la cui peculiarità è quella di non utilizzare la cabina di guida e il "muso" della meccanica di base: presentano grande abitabilità, ma tutto sommato non sono esenti da difetti, come l’ingombro importante, l’aerodinamica penalizzata, il peso elevato (che quindi si traduce anche in maggiori consumi), e un prezzo iniziale tutt’altro che economico!

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto