Che cosa accade se non si corrispondono le multe?

17 Luglio 2017 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Foto articolo se non pago le multe Foto articolo se non pago le multe Foto articolo se non pago le multe Gentile avvocato,
volevo chiederle senza mezzi termini:
cosa succede se non pago una multa? Ieri sera mi hanno comminato una contravvenzione perché ho parcheggiato la macchina in un posto dove bisognava esporre il disco orario: purtroppo io avevo involontariamente omesso di cambiare l'orario! Visto che il mio comportamento non sottintendeva alcuna dolosità, a cosa vado incontro?”

“Carissima fruitrice di Quotalo,
purtroppo l’assenza di cattiva fede non può in alcun modo essere oggettivamente provata, e dunque è da escludersi a priori che possa rappresentare una giustificante per una contravvenzione pagata in ritardo, o peggio ancora non corrisposta. Quando accade una cosa del genere, si hanno sostanzialmente tre opzioni: pagare la multa entro 5 giorni (con uno sconto del 30% rispetto all’importo); fare ricorso al prefetto o al giudice di pace nell’arco di 60 giorni, nel caso in cui riteniate che si tratti di una contestazione ingiusta, oppure che contenga dei vizi formali (ricordandosi di richiedere la sospensione dell’esecutività del provvedimento, altrimenti superati i 60 giorni inizia il percorso verso gli atti giudiziari); non pagare la multa”.

E vediamo quindi cosa accade se non pagate le multe… 

Scaduto il termine per il pagamento delle multe, entro 60 giorni dalla notifica vi verrà recapitato al domicilio un “avviso bonario”, che vi concede altri 30 giorni per assolvere all’obbligo (ancora in questo caso vi verranno addebitati solo 15,00 € di spese di notifica): tuttavia, se il vostro debito risulta inferiore ai 2 mila euro, Equitalia è obbligata ad inviarvi un secondo sollecito passati due mesi dal primo. 

Se ancora non effettuerete il pagamento, le multe verranno iscritte a ruolo da Equitalia, tramite cartella esattoriale, e inizieranno le maggiorazioni previste dalla legge, che possono arrivare persino ad un incremento del 50% dell’importo originario, con in aggiunta le spese della cartella, e un ulteriore 10% ogni 6 mesi di ritardo.

Dunque, se decidete di non pagare una multa e siete fortunati, essa andrà in prescrizione se nell’arco di 5 anni dalla notifica non vi sarà recapitata alcuna cartella esattoriale; ma se la cartella arriva entro i 5 anni, le conseguenze non saranno affatto piacevoli, che consistono nel fermo amministrativo dell’auto, nel caso in cui anche dopo la concessione del secondo intervallo di 30 giorni continuerete a non pagare. 


Cosa succede se non pago una multa per eccesso di velocità?

Nel caso in cui la multa non pagata sia stata comminata per eccesso di velocità o altra infrazione che prevede la decurtazione dei punti patente, verrà notificata una nuova sanzione amministrativa per la mancata comunicazione dei dati dell’automobilista al fine di scalare i punti dovuti.

Polizia autovelox


Cosa succede se non pago una multa presa all’estero?

In passato assolutamente niente!!! Dal 2016 potrebbero cambiare le cose, visto che è stata siglata una circolare che prevede, tra le altre cose, lo scambio di dati sulle immatricolazione dei veicoli, anche se si tratta di una legge ancora molto giovane, e quindi non ancora pienamente efficace… Almeno sul versante italiano, dal momento che, se volete tornare nel paese in cui avete preso la multa, fareste bene a mettervi in regola, perché in Germania, per esempio, se un italiano non paga una multa e rientra nel paese, rischia addirittura di essere arrestato! Se invece volete presentare ricorso per una multa comminata in un paese estero (ma sempre dell’Unione), perché la ritenete ingiusta o viziata da irregolarità, il ricorso va presentato alle autorità estere e non in Italia. 


Occhio al colore!
Se, al ritorno a casa da lavoro, troviamo nella cassetta delle lettere un avviso di giacenza, prima di farci venire un coccolone, verifichiamo alcuni dettagli:

  • se il cartoncino è bianco o comunque il codice riportato sull'avviso di giacenza è il 12, il 13 o il 14, possiamo stare tranquilli perché si tratta di una raccomandata semplice
  • se i codici 612, 613 e 614, potrebbe trattarsi di una comunicazione delle poste o della propria banca
  • se sono segnate le sigle 608, 609 e 670 si tratta di atti giudiziari, multe o una cartella di Equitalia.

Come tutelarsi,
È chiaro che la cosa migliore sia ricorrere ad un avvocato, soprattutto nel caso in cui si decida di presentare ricorso, perché si ritiene che sussistano vizi di forma:
i nostri partner possono assistervi con competenza, ma senza che le loro parcelle schizzino alle stelle, dal momento che noi di Quotalo abbiamo inaugurato questo portale proprio per garantire all’utenza il raro binomio qualità-risparmio.

Volevamo poi condividere con voi
questa risorsa: una semplice applicazione per il calcolo di scadenze e termini processuali, e può essere di aiuto per districarsi nel mondo delle multe e dei ricorsi…

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto