Convivenza anagrafica per assistenza: cosa significa e tutte le info utili sull'argomento

06 Luglio 2022 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Convivenza anagrafica per assistenza articolo Convivenza anagrafica per assistenza articolo Convivenza anagrafica per assistenza articolo

Scopriamo come accedere alla convivenza anagrafica per assistenza e quando è possibile farlo

La cura di una persona anziana, disabile o non più autosufficiente può assumere diverse forme, tra cui quella della cosiddetta convivenza anagrafica per assistenza, cioè una particolare forma di convivenza che è disciplinata dalla legge e che consente a chi vi accede di godere di particolari diritti e vantaggi.

 

Cosa si intende per convivenza anagrafica per assistenza

La definizione giuridica di convivenza è quella di un “insieme di persone che, senza essere legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità e simili, conducono vita in comune per motivi religiosi, di cura, di assistenza, militari, di pena e simili”. Un sottoinsieme delle convivenze tradizionali è la convivenza anagrafica, definibile come l’insieme di persone “normalmente coabitanti per motivi religiosi, di cura, di assistenza, militari, di pena e simili, aventi dimora abituale nello stesso comune”.

Da questa definizione si comprende come la convivenza anagrafica contempli la possibilità per due o più persone, pur abitando in dimore differenti, ma sempre nello stesso comune, di considerarsi conviventi se questa condivisione è derivata da motivi di cura e assistenza.

 Convivenza anagrafica per assistenza  

Chi si trova in una situazione di convivenza anagrafica

Come precisa il Regolamento Anagrafico, si trovano in uno stato di convivenza anagrafico tutte quelle persone che, per uno dei motivi previsto dalla convivenza anagrafica, decidono di vivere questa forma di condivisione. Questo strumento è rivolto a tutti coloro che voglio sottoscrivere questa forma di coabitazione e che per farlo devono compilare l’apposito modulo presso il comune di appartenenza.

La convivenza anagrafica si rivolge a istituti d’istruzione, istituti assistenziali, istituti di cura pubblici e privati, istituti penitenziari, conventi, monasteri e istituti religiosi o ecclesiastici, caserme, alberghi, pensioni, campeggi, rifugi, navi mercantili, case dello studente, dormitori per lavoratori e a tutte quelle persone che intendono far parte di questa convivenza. Inoltre in merito a questo l’articolo 5 del Regolamento Anagrafico precisa che non tutte le persone ospitate, anche abitualmente, in pensioni, alberghi, locande, eccetera sono considerati conviventi anagrafici. Anche perché per essere considerati tali è imprescindibile compilare l’apposita modulistica.

 

Come si dichiara la convivenza anagrafica

Per stabilire una convivenza anagrafica il responsabile della convivenza deve utilizzare l’apposita modulistica per istituire una nuova convivenza anagrafica e accogliere le persone che di volta in volta richiederanno di farne parte.

Il responsabile, che generalmente ma non necessariamente rappresenta il gestore dell’istituto presso il quale si dichiara la convivenza anagrafica, ha poi l’obbligo di dichiarare l’eventuale chiusura della convivenza anagrafica e comunicare tutte le variazioni inerenti la composizione della stessa, compresi l’ingresso e l’uscita da essa di qualsiasi persona.

 

Come dimostrare la convivenza anagrafica

Il responsabile, al momento di aggiungere un ospite alla propria convivenza anagrafica, deve compilare un modulo al quale allegare la dichiarazione del richiedente firmata e accompagnata dai suoi documenti d’identità. Al termine dell’istanza il responsabile ottiene la ricevuta d’iscrizione che è prova dell’appartenenza a quella convivenza anagrafica.

Se sei alla ricerca di un istituto per disabili, di una casa di riposo, una comunità di recupero o terapeutica, un centro di accoglienza o una casa famiglia, Quotalo.it ti mette a disposizione uno strumento di ricerca con il quale trovare le migliori strutture della tua zona.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto