CasaClima: che cos'è l'agenzia CasaClima e cosa certifica?

04 Marzo 2020 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Certificazione energetica articolo Certificazione energetica articolo Certificazione energetica articolo

Per tutti gli immobili è necessario disporre di un attestato di prestazione energetica. Scopriamo cos’è, cosa indica e quanto costa richiederlo

Quante volte sentiamo parlare di tutela dell’ambiente, di riduzione degli sprechi, abbattimento dell’inquinamento e di promozione della sostenibilità? Tante volte che, come spesso accade, quasi non ci facciamo più caso o utilizziamo queste espressioni privandole del loro contenuto. Diventa urgente quindi recuperare la comprensione della materia e capire come e perché è un dovere di tutti intervenire. Tramite l’agenzia CasaClima è possibile sia approfondire l’argomento che metterlo in pratica.

Che cos'è l'agenzia CasaClima?

L’agenzia CasaClima è, propriamente, un ente strumentale della Provincia Autonoma di Bolzano. La sua mission è quella di svolgere le certificazioni energetiche obbligatorie degli edifici. Il tecnico esperto di CasaClima opera prevalentemente nel territorio dell’Alto Adige, ma non solo. Infatti il protocollo di CasaClima, grazie proprio alla qualità garantita, viene utilizzato anche sul resto del territorio nazionale.

Oltre a operare direttamente nel rilascio delle certificazioni delle classi energetiche degli edifici, l’agenzia CasaClima si occupa di formazione. Eroga infatti regolarmente sia corsi di formazione che attività si sensibilizzazione sulle materie dell’ambiente e dell’inquinamento.

Il discorso della sostenibilità, infatti, non è a esclusivo appannaggio degli “addetti ai lavori”. Anche i cittadini devono essere consapevoli non solo del problema, ma soprattutto delle opportunità e delle responsabilità di ciascuno di noi.

sostenibilità ambientale

Le classi energetiche: come sono suddivise

Proprio in virtù di quanto appena detto, ma anche per gli obblighi previsti dalla legge, è fondamentale conoscere cosa sono e come funzionano le classi energetiche degli immobili. Quando si acquista o si prende in locazione un immobile è obbligatoria la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE). Si tratta di un’analisi dell’immobile che permette di stabilire, tramite una serie di parametri, il consumo di quell’edificio. Le ultime riforme delle classi energetiche del 2019 prevedono una suddivisione in undici classi, dalla lettera G (la più bassa) alla lettera A (la più alta che è suddivisa in A1, A2, A3 e A4). Inoltre a ogni classe energetica corrispondo delle criticità sulle quali intervenire per migliorare l’efficienza dell’immobile.

  • Classe energetica G – Si tratta della classe energetica più bassa. I principali interventi da fare sono quelli di sostituzione degli infissi e l’installazione di una caldaia a condensazione;
  • Classe energetica F – Questa classe è quella nella quale gli impianti di riscaldamento sono antiquati e non più in grado di assicurare un’adeguata efficienza energetica;
  • Classe energetica E – È la classe più diffusa e spesso relativa agli immobili sui quali sono stati già eseguiti degli interventi di riqualificazione. Per migliorare è possibile procedere con l’installazione di sistemi di domotica per il controllo dei consumi;
  • Classe energetica D – Per migliorare gli immobili in questa classe energetica è necessario migliorare il comfort domestico, possibilmente con l’installazione di sistemi alternativi per la produzione di energia (sistemi solari, fotovoltaici, eccetera);
  • Classe energetica C – Con questa classe ci troviamo a un livello alto che può essere ulteriormente migliorato sostituendo i serramenti con altri più efficienti.
  • Classe energetica B – I consumi sono già molto bassi e per ottenere un miglioramento bisogna procedere con un isolamento totale dell’involucro e con l’installazione di pannelli solari e sistemi fotovoltaici.
  • Classe energetica A1, A2, A3 e A4 – Siamo nell’eccellenza e per completare l’efficienza energetica dell’immobile si può procedere con l’applicazione delle norme antisismiche o realizzare un isolamento termico ancora più performante.

In conclusione è utile ricordare anche come gli interventi di riqualificazione energetica sono spesso oggetto di incentivi e detrazioni fiscali. In questo modo si ha la possibilità di risparmiare sui costi finali di questo tipo di lavori. Rendere la propria casa energeticamente efficiente è un investimento con notevoli vantaggi. Soprattutto vantaggi di natura economica come l’aumento del valore dell’immobile, ma anche di abbattimento dei costi delle bollette. Senza dimenticare gli effetti sul miglioramento della qualità della vita.

Certificazioni CasaClima: quali sono

La certificazione di sostenibilità CasaClima è il risultato di un protocollo completo mirato alla comprensione dell’immobile sul quale è stata richiesta. Più della semplice assegnazione di una classe energetica CasaClima si occupa di capire qual è l’impatto ambientale sia dell’edificio che delle scelte di chi lo abita e di capire come fare per ridurlo. L’impatto ambientale incide direttamente sulla qualità della vita delle persone.

Questo è uno di quegli aspetti troppo spesso trascurati in quanto si pensa che questo tipo di certificazioni servano solamente all’ottemperamento di qualche norma legale. In realtà il fine è sempre quello di offrire alle persone un benessere maggiore e duraturo. La certificazione di sostenibilità, quindi, si occupa tra gli altri dell’efficienza energetica, dell’analisi dei materiali da costruzione, dello sfruttamento della luce naturale, dell’isolamento termico e acustico e dell’uso efficiente delle risorse idriche.

Le certificazioni che è possibile richiedere sono: CasaClima Nature, ClimaHotel, CasaClima Work&Life, CasaClima School e CasaClima Wine.

L’iter per l’ottenimento delle certificazioni dell’agenzia CasaClima prevede diversi step. Il primo è quello relativo alla richiesta di concessione con la consegna della domanda di costruire. Successivamente viene consegnata all’agenzia CasaClima competente tutta la documentazione tecnica necessaria. Quindi CasaClima procede al controllo di detta documentazione e a disporre un audit energetico in cantiere tramite un tecnico abilitato. Infine viene emesso il certificato CasaClima con la targhetta che indica i criteri di sostenibilità presenti.

CasaClima: quali sono i prezzi?

Per le tariffe per l’ottenimento della certificazione energetica di qualità CasaClima è opportuno distinguere tra gli immobili all’interno della provincia di Bolzano e quelli fuori da essa. Per quel che riguarda gli edifici nella provincia di Bolzano sono disponibili le seguenti certificazioni:

  • Certificazione per immobili in Classe A, B e C – 713€ + IVA (per edifici fino a 500 metri quadri di superficie netta riscaldata (SNR);
  • Certificazione con protocollo semplificato per edifici già esistenti – 150€ + IVA;
  • Certificazione con protocollo semplificato per edifici già esistenti per un risanamento importante – 300€ + IVA;
  • Certificazione per immobili in Classe G con protocollo semplificato – 150€ + IVA;

Le tariffe sul resto del territorio italiano sono calcolate sulla base della SNR e vanno da un minimo di 2.500€ + IVA per una superficie di 300 metri quadri a un massimo di 5.945€ + IVA per una superficie di 10.000 metri quadri. A queste tariffe devono essere sommati anche i costi relativi al tipo di certificazione di sostenibilità richiesto.

Come fare per ottenere la certificazione energetica?

Sul portale di Quotalo.it potrai trovare tanti certificatori energetici qualificati che ti proporranno vari preventivi e potrai scegliere quello che è per te il più conveniente.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto