Avvocato per furti di autovetture: tutto quello che c'è da sapere e come fare per richiedere una consulenza.

30 Agosto 2022 - Redazione

Vota

Voto 5 su 1 voti

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.

Furto auto +▷ Avvocato per furti di autovetture: trova il tuo Avvocato Furto auto +▷ Avvocato per furti di autovetture: trova il tuo Avvocato Furto auto +▷ Avvocato per furti di autovetture: trova il tuo Avvocato

Avvocato per furti di autovetture: ecco quando è possibile richiedere il risarcimento

Il reato di furto è disciplinato dall’articolo 624 del Codice penale il quale dispone che: "chiunque s'impossessa della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 154 a euro 516 [...] il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo che ricorra una o più circostanze aggravanti di cui agli articoli 61, n° 7 e 625"

Dalla lettura della norma è chiaro che il furto è considerato reato doloso; ciò significa che affinché si possa effettivamente parlare di furto è necessario che chi agisce lo faccia con coscienza e volontà. In altre parole se una persona, per sbaglio, si impossessa di un bene altrui non sta commettendo reato di furto. Perchè si configuri il reato è fondamentale che l'azione di sottrazione del bene venga perpetrata con la volontà di impossessarsi del bene stesso pur sapendo che è altrui. Nella stessa categoria del furto troviamo il reato di rapina, tuttavia i due costituiscono due fattispecie di reato differenti.

 

La casistica del furto d'auto

Le automobili giocano un ruolo principale nella categoria di questa figura delittuosa; ciò significa che i beni che sempre più spesso sono oggetto di furto sono proprio le auto, ed i motivi alla base di questo gesto sono i più disparati: in molti decidono di rubare una macchina ad esempio per rivendere i pezzi meccanici o della carrozzeria, oppure per rivendere l’intero veicolo. Non a caso, per tutelarsi è fondamentale stipulare l’apposita polizza assicurativa sui furti.

 

Quando e come è consigliabile proteggere la propria auto

L'assicurazione è sicuramente la migliore opzione per tutelarsi in caso di furto della propria automobile, specie se si abita in grandi città e magari in quartieri malfamati, dove è più facile che i malviventi prendano di mira le auto parcheggiate fuori dalle abitazioni. Qualora però si decidesse di non stipulare una polizza assicurativa per un qualsivoglia motivo, ci sono altri modi per scoraggiare i delinquenti dal furto. Primo tra tutti, se se ne ha la possibilità, parcheggiare la propria vettura in un garage o in un parcheggio sotterraneo.

Si può anche valutare l'installazione di sistemi di sicurezza supplementari all'antifurto già omologato alla maggior parte delle automobili in circolazione, come un dispositivo di geolocalizzazione che consenta di poter trovare la propria auto in caso di furto. 

Anche un dispositivo di avviamento a distanza può rivelarsi utile per poter avviare il motore senza dover uscire di casa, e riuscire eventualmente a far allontanare i malintenzionati.    

calcolo risarcimento furto auto       

In quali casi è possibile richiedere il risarcimento in caso di furto dell’auto

Purtroppo quando si subisce il furto dell’auto non sempre è possibile richiedere il risarcimento del danno. Questo perché magari non si riuscirà mai a trovare il colpevole, oppure perché il veicolo non era assicurato con la polizza aggiuntiva su furto e incendio.  Nel caso in cui questa invece sussistesse è sicuramente possibile richiedere il risarcimento del danno subito; tutto quello che occorre fare è mettersi in contatto con la propria compagnia assicurativa, alla quale dovrà essere inoltrata anche la relativa denuncia di furto del veicolo. A questo punto la compagnia provvederà a rimborsare l'avvenuto danno.

A quanto ammonta la cifra del rimborso dell'assicurazione? Questo dipende dal valore a nuovo del modello dell’auto, dall’allestimento riportato e di molte altre variabili. Per le auto nuove si prende in considerazione il valore a nuovo del veicolo per i primi sei mesi. Viceversa, per le auto già immatricolate, l’assicurazione calcola il valore del veicolo al momento del sinistro e liquida la relativa somma. Ovviamente qualora si dovesse individuare l'autore del reato, sarà possibile chiedere il risarcimento anche al colpevole oltre all'ovvia restituzione del bene rubato, che tuttavia non è sempre possibile. Infine occorre precisare che è possibile richiedere il risarcimento del danno a causa del furto d’auto anche nel caso in cui la vettura al momento del furto era situata in un parcheggio custodito. In questi casi chi ha subito il furto può agire in giudizio nei confronti di chi aveva l’obbligo di custodire la zona di sosta.

risarcimento danni furto auto  

A chi rivolgersi per il furto dell’auto

Non appena ci si rende conto di aver subito il furto della propria auto è importante rivolgersi immediatamente ad un avvocato. Quest ultimo infatti saprà indicare al mal capitato tutto ciò che deve essere fatto per denunciare l'accaduto e per ottenere il risarcimento del danno, ove possibile.

Purtroppo il furto d’auto è un reato dal quale non sempre si riesce ad ottenere il giusto risarcimento, ed è per questo che è cruciale rivolgersi al professionista giusto. Dove trovare un avvocato con esperienza nel settore penale e in quello civilistico? Quotalo.it è la risposta. Si tratta di una piattaforma online dove è possibile trovare l’avvocato penale più vicino e più adatto alle proprie esigenze a cui chiedere una consulenza dettagliata e precisa.

Richiedi Preventivi

Gratuitamente e in 1 solo minuto.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione in questo sito acconsenti al loro utilizzo in accordo alla policy sui cookie.    Leggi Policy
Accetto